Genoa-Juve, la moviola dei giornali: Favilli graziato. Soumaoro rischia il rigore su De Ligt

Antonio Parrotto
90min

Genoa-Juventus è terminata con il punteggio di 1-3 per i bianconeri. E' stata tutto sommato una gara corretta, con poche recriminazioni, da una parte e dall'altra. Al 14' l'episodio da moviola in area di rigore del Genoa, con il contatto De Ligt-Soumaoro, ma Calvarese lascia correre. Al 31' Favilli ha rischiato grosso con un possibile secondo giallo. Ecco la moviola dei tre quotidiani sportivi principali in edicola oggi.


Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

MOVIOLA GAZZETTA DELLO SPORT - Al 7’ scatta il primo giallo della partita: Favilli entra, in scivolata, in netto ritardo su Bonucci, ammonizione inevitabile. Al 14’ De Ligt reclama dopo essere andato giù in area rossoblù, ma l’arbitro (con la conferma del silent check del Var La Penna), lascia giocare stabilendo che il tocco di Soumaoro non è da rigore ed è una valutazione che convince. Al 27’ confusione sulla linea di fondo: Soumaoro con Dybala è l’ultimo a toccare la palla prima che esca, l’arbitro dà corner ma viene corretto (sbagliando) dal secondo assistente, poco dopo incrocio simile su una rimessa con Calvarese che corregge il primo assistente. Al 31’ Favilli rischia il secondo giallo per un’entrata aspra su De Ligt ma per l’arbitro è solo punizione. Bonucci protesta ma l’arbitro è chiaro e spiega: "Ho visto tutto, non l’ha preso bene, l’ha ‘spizzicato’", lettura che pare corretta. Al 46’ il giallo, corretto, tocca a Bonucci, in ritardo proprio su Favilli. Ammonito al 58’ Sturaro: prima col braccio sul petto poi sul viso di Bernardeschi, al 70’ stessa sorte per Cassata su Bentancur.


Genoa CFC v SS Lazio - Serie A
Genoa CFC v SS Lazio - Serie A

MOVIOLA CORRIERE DELLO SPORT - Serata senza patemi d’animo per Gianpaolo Calvarese, uno degli arbitri che a fine stagione probabilmente appenderà il fischietto al chiodo. Il 44enne di Teramo, dopo aver gestito con autorità una complicata Roma-Sampdoria mercoledì scorso, fa bella figura in Genoa-Juventus.
RIGORE-NO - Al 14’ c’è un contatto tra Romero e Bonucci nell’area rossoblù: in diretta sembra possibile il rigore, ma l’arbitro è vicino all’azione e giudica “poco intensa” la spinta del genoano. Questione di percezioni: il Var, comunque, conferma la decisione.
DISCIPLINARE - Tutte giuste le ammonizioni della partita: l’eccesso di foga di Favilli, quello di Shone, la gomitata di Sturaro, la manata di Cassata, il fallo di Masiello e l’entrata da dietro di Bonucci. Favilli viene salvato dal doppio giallo al 31’ quando, in scivolata, colpisce De Ligt che l’aveva anticipato nettamente. Il fischietto spiega al capitano Bonucci la scelta, non prima di ricordargli la distanza di sicurezza: "Stai fermo, non ti avvicinare. Ora ti spiego: l’ha solamente spizzicato". 


MOVIOLA TUTTOSPORT - PRIMO TEMPO 5’ Ineccepibile l’ammonizione a Favilli, per entrataccia su Bonucci. 14’ Contatti dubbi in area rossoblù su Bonucci e, soprattuto, De Ligt (sbilanciato da Soumaoro) su sviluppi di calcio d’angolo; ma l’arbitro Calvarese di Teramo lascia correre etichettando i contatti come regolamentari. E non sbaglia.  31’ Favilli su De Ligt: i bianconeri (Bonucci e Sarri in primis) invocano la seconda ammonizione, Calvarese decide che non è il caso. Peché il contatto non era "pieno, ma solo spizzicato". E’ questa la disamina che offre ai giocatori. Disamina effettivamente condivisibile. 32’ Inevitabile il giallo a Schone: scomposto. 46’ Giallo a Bonucci per intervento scomposto su Favilli
SECONDO TEMPO 13’ Gomitata di Sturaro a Bernardeschi: l’ammonizione è il minimo.  


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!


Potrebbe interessarti anche...