Gianluca Rocchi rimpiazza Nicola Rizzoli: sarà il nuovo designatore degli arbitri di Serie A e B

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Novità nel mondo arbitrale a partire dalla prossima stagione: sarà Gianluca Rocchi il nuovo designatore degli arbitri di Serie A e Serie B. Una notizia che era nell'aria e che ora è diventata davvero ufficiale. E' stato il presidente dell'AIA Alfredo Trentalange ad annunciare il cambio della guardia con Nicola Rizzoli.

Così Trentanlange: "Pensiamo che Rocchi sia il nuovo, dobbiamo imparare a fare strada ai giovani e costruire il miglior sistema arbitrale al mondo, senza protagonismi. Vogliamo aprire canali di comunicazione".

Gianluca Rocchi | Jonathan Moscrop/Getty Images
Gianluca Rocchi | Jonathan Moscrop/Getty Images

Insieme a Rocchi anche i nuovi componenti della CAN: Elenito Di Liberatore, Andrea Gervasoni e Lorenzo Maganelli. Matteo Simone Trefoloni invece è stato confermato responsabile del Settore Tecnico.

Lo stesso Gianluca Rocchi ha parlato in conferenza stampa così: "Per me è una nuova partenza per un'esperienza che fino a qualche tempo fa non immaginavo. La vedo come una sfida personale, credo moltissimo nella formazione e sarà formativa anche per me. Sarà esperienza bella che condividerò con gli altri colleghi. Cosa cambierà con la mia Can? Poco, so come lavorava la vecchia commissione perché ne facevo parte. Non è la Can di Rocchi ma di tutti, dobbiamo dare un servizio che deve essere al top. Il gruppo unito è la nostra forza. Per quanto riguarda la sala Var siamo a buon punto, non so se riusciremo a iniziare da inizio stagione ma sarà comunque una bella svolta. Ci darà un bel vantaggio, oltre alla qualità della logistica".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli