Giappone, il ct Moriyasu lascia fuori Honda: è polemica

Sembra una storia incredibile ma è assolutamente vera. Partendo dall’inizio: lo scorso primo novembre la Federazione giapponese presenta alla Fifa, prima nazionale a farlo, l’elenco ufficiale dei 26 giocatori che andranno in Qatar, scelti personalmente dal Commissario Tecnico Hajime Moriyasu. Fin qui nulla di strano, salvo, forse, la fretta nel consegnare con larghissimo anticipo il roster definitivo. Nella giornata di ieri è apparso un commento sui social di Keisuke Honda che ha lasciato tutti esterrefatti. “E io dove sono?” chiede l’ex attaccante di CSKA Mosca e Milan, rincarando la dose e chiedendo al tecnico di considerare anche altri ex come Hasebe, Okazaki e Kagawa.

In realtà il biondo trentaseienne aveva già dato l’addio ufficiale alla nazionale nel 2018, dopo il mondiale; negli ultimi anni ha girato il mondo vestendo le maglie di Melbourne Victory, Vitesse, Botafogo, Baku e Suduva. Le ultime notizie lo portano in Cambogia, ma in veste di selezionatore. Una piccola operazione, infatti, lo sta tenendo fuori dai campi di gioco. Considerando il suo stato di salute e la sua carriera in picchiata viene da chiedersi perché innescare questa polemica. A che gioco sta giocando? Resta il fatto che la nazionale giapponese è inserita nel tostissimo gruppo E, insieme a Spagna, Germania e Costa Rica.