Giorgio Cantarini, cosa fa ora il bambino de "La vita è bella"

Yahoo Notizie
Giorgio Cantarini ieri e oggi (Facebook)
Giorgio Cantarini ieri e oggi (Facebook)

Sono trascorsi ben 22 anni dall’uscita dello straordinario film “La vita è bella” (1997), diretto ed interpretato da Roberto Benigni e vincitore di tre premi Oscar, miglior film straniero, miglior attore protagonista e migliore colonna sonora a Nicola Piovani.

La pellicola raccontava la storia di Guido Orefice, uomo ebreo ilare e giocoso, che, deportato insieme alla sua famiglia in un lager nazista, cercherà di proteggere il figlio dagli orrori dell'Olocausto, facendogli credere che tutto ciò che vedono sia parte di un fantastico gioco in cui dovranno affrontare prove durissime per vincere il meraviglioso premio finale.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Ebbene, il bambino protagonista insieme a Benigni e a Nicoletta Braschi è cresciuto e oggi ha 27 anni. Giorgio Cantarini, il piccolo Giosuè del celebre film, si è raccontato in un’intervista al Corriere e ha rivelato di voler partire per New York.

Giorgio Cantarini (foto Instagram/giorgiocantarini).
Giorgio Cantarini (foto Instagram/giorgiocantarini).

Tre anni dopo “La vita è bella”, Cantarini fu chiamato a interpretare il figlio di Russell Crowe ne “Il Gladiatore” di Ridley Scott, altro capolavoro cinematografico che vinse ben 5 statuette.

Cresciuto a Montefiascone, in provincia di Viterbo, con un papà psichiatra e una mamma ostetrica, due fratelli maggiori e due sorelle minori, Cantarini ha raccontato: “Fino ai diciotto, volevo diventare calciatore, il cinema era qualcosa che mi era piaciuto, però poteva anche finire lì.”

Ma a fargli cambiare idea è stato proprio Benigni: “Poi, dopo il liceo, su consiglio di Benigni, col quale sono sempre rimasto in contatto e che ancora mi invita alle prime o a prendere un gelato, ho tentato il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Mi hanno preso e mi sono diplomato nel 2014.”

Giorgio Cantarini e Roberto Benigni ne "La vita è bella".
Giorgio Cantarini e Roberto Benigni ne "La vita è bella".

Eppure, ci sono state difficoltà: “I casting director mi conoscevano, ma avevano sempre l’idea di me piccolo. E io cerco di evitare il mainstream e di fare provini solo per lavori di qualità. Ho avuto un piccolo ruolo in “Lamborghini The Legend” di Bobby Moresco, con Antonio Banderas e Alec Baldwin, che è in post produzione, ed è stato bello tornare su un grande set in costume”, ha raccontato.

Il giovane attore ha intenzione di studiare recitazione a New York: “Due anni fa ho studiato un mese alla New York Film Academy e mi sono trovato benissimo. Ho già dei contatti, anche con un produttore e un regista americani coi quali, sempre a Berlino, ho interpretato un corto ispirato alla Divina Commedia. Il mio sogno è lavorare in Italia, in tutti i continenti e i Paesi. Per esempio, sento che la Francia, per me, non è una pagina chiusa: ho passato il 2015 a Parigi, ho imparato la lingua, mi sono fatto conoscere.”

L’attore oggi è legato all’attrice Marial Bajma-Riva, con la quale ha anche girato due corti. Chissà cosa gli riserverà il futuro!

Potrebbe interessarti anche...