Giro d'Italia, seconda tappa di Merlier in volata. Ganna resta in rosa

·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La prima volata del Giro d'Italia numero 104 è del belga Tim Merlier (Alpecin Fenix), ma il podio vede già due italiani svettare nell'edizione che tutti definiscono della ripresa dall'era Covid: al secondo posto Giacomo Nizzolo (Qhubeka Assos), terzo un grande Elia Viviani (Cofidis). Resta sulle spalle di Filippo Ganna (Ineos) la maglia rosa, conquistata con una prestazione stellare nell'apertura del Giro di ieri, la crono corsa a quasi 60 km/h di media.

"Mi è piaciuto sentire la folla piemontese gridare il mio nome lungo la strada. Domani sembra una tappa perfetta per Peter Sagan" dice Ganna, ancora in maglia rosa e con un abbuono di ulteriori 3 secondi sul secondo in classifica, Edoardo Affini a 13" dal leader. "Ho voluto fare lo sprint intermedio per togliere l'abbuono ad altri corridori, pensando ai prossimi giorni quando Egan Bernal o Pavel Sivakov si batteranno per la maglia rosa. Ho visto che anche Remco Evenepoel stava cercando di prendere l'abbuono. Gianni Moscon ed io abbiamo fatto un buon lavoro".