Gli All Blacks si tagliano il 50 per cento dello stipendio

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 16 apr. (askanews) - Gli All Blacks hanno accettato una riduzione del 50% dello stipendio a causa della crisi legata ala coronavirus che ha avuto una ricaduta finanziaria anche sulla nazionale di rugby più famosa al mondo. La NZR e la Nuova Zelanda Rugby Players 'Association hanno annunciato l'accordo dopo lunghe trattative. In base all'intesa, quest'anno verra' trattenuto il 50% dei pagamenti previsti per gli All Blacks, i membri delle squadra femminile e a 7 della Nuova Zelanda e per i giocatori del Super Rugby. L'importo si aggira attorno ai 15 milioni di dollari. Se il rugby riprenderà in qualche modo nel 2020, parte di quel denaro verra' 'riconsegnato', altrimenti ogni pagamento verra' escluso