Goal di dubbia attribuzione in Crotone-Milan e Bologna-Udinese: sono di Paletta e Verdi

Problema inatteso per Vincenzo Montella nel rush finale del campionato: l'attacco rossonero fatica a far goal, in rete ci vanno soltanto i difensori.

Prima c'era solo la classifica dei marcatori e la voglia dei calciatori di rimpinguare il proprio personale score, adesso si è aggiunto anche quel 'mostro' - che ha cambiato e spesso avvelenato la vita di molti di noi - chiamato fantacalcio.

Così succede che nei dopo partita si guardino decine di volte le immagini di una marcatura dall'attribuzione dubbia per stabilirne in maniera univoca la paternità: in questo turno si sono verificate un paio di situazioni non chiare, che la Lega Serie A ha provveduto a dirimere publicando i tabellini ufficiali sul proprio sito.

In Crotone-Milan, dunque, la rete del pareggio rossonero è di Gabriel Paletta, la cui zampata arriva in mezzo a una selva di gambe tra cui quella del compagno Zapata, dopo un'uscita a vuoto di Cordaz.

Di diversa tipologia la rete 'dubbia' che ha chiuso il 4-0 di Bologna-Udinese: in questo caso è ben chiaro infatti chi calcia il pallone, ovvero il felsineo Verdi, ma la deviazione di testa nella propria porta di Danilo era stata ritenuta decisiva ai fini dell'attribuzione, visto che la traiettoria della sfera non sarebbe finita nello specchio.

La Gazzetta dello Sport ha poi però assegnato il goal Simone Verdi: la deviazione di Danilo per la 'rosea' non impedisce di assegnare la rete al giocatore del Bologna, che ha calciato verso la porta.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità