Goal Economy - Juventus, azzerare il divario con il Barça, in ogni senso

Bellinazzo

Assottigliare il divario. In campo e fuori. È questo l’obiettivo della società bianconera se si guarda ai top club d’Europa. Juventus-Barcellona rimane, infatti, uno scontro squilibrato sul piano dei bilanci, nonostante nell'ultimo quinquennio il club bianconero abbia cercato di rendere meno proibitivo il distacco dalla superpotenza catalana, con un distacco che rimane attorno ai 280 milioni di euro. Essere una delle società capaci di fatturare oltre seicento milioni di euro in un anno, però, è indubbiamente un vantaggio rassicurante per i blaugrana, che puntano ad alzare l'asticella al termine della stagione 2016/17. La previsione di bilancio per il prossimo giugno sfiora i 700 milioni di euro.

La base di partenza della Juventus nel quinquennio preso in esame è il ritorno alla vittoria del campionato. Lo scudetto vinto nel 2012 ha segnato il ritorno a grandi livelli per i bianconeri, con ricavi operativi pari a 195 milioni. Il ritorno in Champions League e la riconferma negli anni successivi al vertice del calcio italiano ha permesso alla Juve di aumentare di anno in anno il proprio fatturato: le difficoltà del terzo anno, quello che ha "retrocesso" la squadra di Conte in Europa League, hanno segnato un sostanziale stallo in ottica ricavi (da 272 a 279 milioni di euro), salvo poi trovare la spinta per superare quota 300 milioni nell'esercizio successivo. L'anno della finale di Champions, persa appunto col Barcellona, ha permesso ai bianconeri di chiudere l'esercizio con 324 milioni di ricavi operativi, fino ai 341 dell'ultimo anno.

Juventus Barcellona PS

Una tabella di marcia non molto distante da quella tenuta dal Barcellona, che infatti mantiene un distacco pressoché simile dal primo dei cinque anni presi in esame: nel 2012 la distanza tra i ricavi dei due club era di 288 milioni di euro, di poco superiore ai 279 milioni di differenza dell'ultimo anno. Nel mezzo, anche per i catalani, c'è una fase di stallo (dal 2012 al 2014 i ricavi operativi sono aumentati di soli due milioni, da 483 a 485) per poi scalare la vetta negli ultimi due esercizi: nel 2015 il Barcellona supera per la prima volta la soglia del mezzo miliardo con 561 milioni di ricavi operativi, portando poi l'apice sopra i 600 milioni nell'ultimo anno, con ricavi pari a 620 milioni di euro.

In linea con le altre concorrenti nella Serie A, la Juventus fa dei ricavi televisivi il proprio punto di forza. Le tv pesano il 57% del fatturato per i bianconeri, che dai diritti media prendono una somma di poco inferiore ai 196 milioni di euro (100 milioni circa da quelli nazionali e il resto derivanti dai bonus Uefa), risultando essere la quarta società europea relativamente a questa tipologia di ricavi.

Va di poco oltre la soglia dei cento milioni il settore commerciale, con i suoi 101,7 milioni iscritti nell’ultimo bilancio. Sul fronte commerciale c’è stato il vero salto di qualità: dopo un quadriennio sull’altalena tra i 53 e i 60 milioni di euro, nello scorso esercizio la Juventus ha oltrepassato lo soglia dei 100 milioni. Ancora lontano dal dato delle big, invece, il totale degli incassi dal botteghino, nonostante lo Stadium: con 43,7 milioni di euro la Juventus è tredicesima tra le prime venti società europee, pur essendo la prima in Italia di gran lunga anche per gli introiti da matchday.

Il club catalano tuttavia è il primo in Europa per proventi da media rights, con 227,7 milioni di euro nel 2016 (circa 120 dei quali legati ai contratti tv nazionali). Ciò che sottolinea la forza degli azulgrana, però, è l’incidenza di questi ricavi nell’intero fatturato: solo il 37%. È il settore commerciale semmai a fare la voce grossa, pur non essendo in top 3 su scala europea: i 263,4 milioni messi a bilancio nel 2016 valgono il 42% dell’intero giro d’affari, ma non bastano per insidiare il podio composto da Manchester United, Bayern Monaco e Paris Saint-Germain. La seconda potenza europea per ricavi operativi rimane fuori dal podio anche per i ricavi da stadio, pari a 121,4 milioni di euro nel 2016.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità