Gol ed emozioni nel derby: 2-2 tra Torino e Juve, Ronaldo riacciuffa Sanabria nel finale

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Derby della Mole tra Torino e Juventus ormai in archivio. Tante assenze nella formazione di Andrea Pirlo che ha scelto il consueto 4-4-2 schierando per la terza volta consecutiva dal 1' minuto gli esterni offensivi Chiesa e Kulusevski. Al centro della difesa De Ligt e Chiellini, in mezzo al campo ancora Danilo. In avanti Ronaldo con Morata. Nicola ha scelto il 3-4-3 per il suo Toro Izzo, Bremer, Buongiorno in difesa, Mandragora in mezzo al campo con Ansaldi e Vojvoda sulle fasce, con Verdi e Sanabria in attacco insieme a Belotti.

Andrea Belotti e Alvaro Morata | Jonathan Moscrop/Getty Images
Andrea Belotti e Alvaro Morata | Jonathan Moscrop/Getty Images

Partenza decisamente convincente della Juventus che approccia nel migliore dei modi al derby, rispondendo anche alle critiche dei mesi precedenti. Dopo un paio di occasioni per Chiesa e Morata, lo 0-1 firmato dall'ex viola: combinazione con lo spagnolo, poi l'inserimento e il gol con palla tra le gambe di Sirigu. Al 22' il Toro si affaccia dalle parti dell'area bianconera con Rincon. E' il preludio al gol che arriverà al 27': conclusione da fuori di Mandragora, intervento di Szczesny non perfetto, Sanabria è il più lesto e manda in porta il pallone. Juve meglio nel possesso palla e ancora pericolosa con Morata ma ha accusato il colpo dopo il pari di Sanabria. Proteste da ambo le parti: il Toro ha chiesto invano un rigore per un contatto De Ligt-Belotti, proteste bianconere per l'azione del gol dei granata, viziata da un fallo laterale che sembrava essere juventina e non del Torino.

Nella ripresa la Juve, un po' come accaduto in casa del Porto, si complica la vita da sola dopo pochi secondi. Errore di Kulusevski nel retropassaggio, palla a Sanabria che punta De Ligt e beffa Szczesny sul primo palo, ancora non perfetto nella circostanza. La Juve si rende pericolosa solo con un colpo di testa di Ronaldo e con un altro tentativo ravvicinato del portoghese che clamorosamente manda alto. La squadra è sembrata spenta ma all'80' è arrivato il pari: cross di Bernardeschi, tentativo in girava volante di Chiellini che diventa un assist per Cristiano Ronaldo che di testa non sbaglia. Poi il palo di Bentancur (miracolo di Sirigu), il riflesso di Szczesny su Sanabria che sfiora la tripletta e sulla punizione di Baselli. Da segnalare il bel gesto di fair play di Bentancur che ha fatto togliere un giallo a Mandragora nei minuti finali. Un punto a testa, che forse serve più al Toro che alla Juve.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.