Gomitata in un match di beneficenza: Gillespie manda in ospedale un avversario

Un brutto episodio ha visto protagonista Gillespie in un match di beneficenza. L'ex United ha mandato in ospedale un avversario.

Le partite amichevoli alle quali prendono parte giocatori del passato, rappresentano spesso un’ottima occasione non solo per vedere del buon calcio (anche se a velocità un tantino ridotta), ma soprattutto per riportare alla mente vecchi ricordi.

Peccato però che a volte alcuni ex campioni dimentichino che quella che si sta giocando è solo una gara di esibizione magari organizzata per ricavare fondi da devolvere in beneficenza e che mettano in campo una grinta ingiustificata.

Chiedere per conferma a Keith Gillespie che, nel corso di un match che ha visto esibirsi alcune vecchie stelle del Manchester United, si è reso protagonista di un episodio poco edificante.

L’ex centrocampista, che ha giocato una manciata di gare con i Red Devils tra il 1993 ed il 1994, nel corso della partita, che era stata organizzata per ricordare lo sfortunato giocatore del West Ham, Dylan Tombides, venuto a mancare giovanissimo a causa di un tumore, ha rifilato una terrificante gomitata a Dean Heffernan.

Il difensore australiano è crollato al suolo ed è stato costretto al ricovero in ospedale dove gli sono state riscontrate la rottura di alcuni tenti ed una momentanea perdita di memoria.

Gillespie, ha provato a scusarsi dell’accaduto attraverso un messaggio postato su Twitter: “Mi scuso con tutti per quella gomitata. Ho reagito ad un colpo alle costole ma ovviamente non avevo intenzione di far male. Mi scuso ancora”.

 

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità