Gondo torna alla Salernitana subito dopo lo svincolo dalla Lazio: la FIGC vuole vederci chiaro

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'approdo alla Salernitan di Cedric Gondo, attaccante di passaporto ivoriano divenuto celebre nelle giovanili della Fiorentina anche per la sua partecipazione alla trasmissione televisiva "Calciatori - Giovani speranze" tra il 2012 e il 2013, è una di quelle vicende da ultimo giorno di calciomercato destinate a far parlare e far discutere. Perchè il suo tesseramento da parte del club neopromosso in Serie A - il secondo dopo l'esperienza in granata dal 2019 al 2021 in prestito dalla Lazio - ha alimentato i dubbi e i sospetti della Procura Federale, che ha deciso di aprire un fascicolo al riguardo. Il motivo? Gondo ha risolto il suo contratto con la Lazio a poche ore di distanza dal suo sì alla Salernitana, da svincolato, e tra le due società è che bene ricorderà come negli ultimi anni sia esistita una certa "vicinanza".

LE REGOLE - L'elemento in comune porta il nome ed il cognome di Claudio Lotito, che fino al 7 luglio scorso è stato contemporaneamente patron della società capitolina e comproprietario della Salernitana, prima della cessione ad un trust - che ha ottenuto il mandato ad individuare un nuovo acquirente entro il prossimo 31 dicembre - in assenza di offerte concrete da parte di eventuali compratori. Dopo un lungo tira e molla con la FIGC, che ha rammentato a più riprese l'incompatibilità delle due proprietà subito dopo che i campani hanno riconquistato la massima categoria a distanza di 22 anni dalla precendente ed unica partecipazione, si era dunque arrivati ad una soluzione consentita e contemplata dai regolamenti, che all'atto di cessione della società ha però posti paletti ben precisi. Tra questi, l'impossibilità che tra Lazio e Salernitana intercorresse alcun tipo di legame, tanto meno sul mercato.

ATTENZIONE ALTA - La vicenda con protagonista Gondo, passato nello spazio di pochissimo tempo allo svincolo operato dalla formazione biancoceleste alla firma di un nuovo contratto con la squadra allenata da Castori, ha fatto storcere il naso a più di qualcuno e allertato soprattutto i rappresentanti della Procura Federale. Che, sull'onda del laborioso processo di cessione della Salernitana da parte di Lotito e di analisi dei documenti prodotti dal trust al momento della costituzione, ha mantenuto l'attenzione particolarmente alta sui possibili rapporti non ammessi tra i club coinvolti. In attesa di ricevere i chiarimenti del caso, il procuratore Giuseppe Chiné ha deciso di aprire un'inchiesta e provare a capirne qualcosa di più.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli