Governo, ecco perché Lezzi (M5s) vuole un nuovo voto su Rousseau

·1 minuto per la lettura
Barbara Lezzi. REUTERS/Max Rossi
Barbara Lezzi. REUTERS/Max Rossi

A meno di 48 ore dal voto sulla piattaforma Rousseau che ha confermato l'appoggio del Movimento 5 stelle al nuovo governo di Mario Draghi, la senatrice pentastellata e ministro per il Sud nel primo governo Conte, Barbara Lezzi, chiede che si voti una seconda volta. Il motivo? Il fatto che non sia stato previsto nell'esecutivo un super-ministero di fusione tra Mise e ministero dell'Ambiente. 

GUARDA ANCHE: Di Battista lascia il M5S: "Mi faccio da parte"

Su Facebook ha infatti scritto: "Ho inviato, insieme ad alcuni colleghi, una mail al Capo Politico, al Comitato di garanzia e al Garante del M5S per segnalare che la previsione del quesito posta nella consultazione dell'11 febbraio 2021 non ha trovato riscontro nella formazione del nuovo governo. Non c'è il super-ministero che avrebbe dovuto prevedere la fusione tra il Ministero dello Sviluppo economico e il Ministero dell'Ambiente oggetto del quesito".

"Chiediamo - si legge ancora - che venga immediatamente indetta nuova consultazione con un quesito in cui sia chiara l'effettiva portata del ministero e che riporti la composizione del governo". E ha concluso: "Gentile Capo Politico, in qualsiasi altro Paese e in qualsiasi altra forza politica, lei avrebbe tratto le piu' onorevoli conseguenze anziché minacciare espulsioni".

GUARDA ANCHE: Briatore: "Rousseau? Una piattaforma di disoccupati"