Gp d’Austria, Sainz e Binotto soddisfatti: “Risultato giusto”

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 lug. (askanews) - Torna un sorriso, abbozzato, in casa Ferrari grazie al quinto posto di Carlos Sainz. "Sono felice perché ho faticato tanto all'inizio, finire quinto ti fa capire che le gare sono lunghe e devi avere pazienza. È stata una gara divertente, con la hard ho faticato ma sono rimasto calmo perché tutti avevano degrado" ha detto il pilota spagnolo. "Abbiamo fatto una bella rimonta, il sorpasso su Ricciardo è stato difficile perché ha una potenza enorme e anche col DRS non si fa tanto. Sono riuscito a prendere l'interno con una buona trazione. In curva non abbiamo niente da invidiare a nessuno, non siamo lontani neanche da Mercedes e Red Bull" ha detto lo spagnolo.

Gara condizionata dal doppio sorpasso su Perez finito in ghiaia per Charles Leclerc, che nonostante l'ottavo posto non le manda di certo a dire al pilota messicano: "Perez è stato un po' troppo aggressivo, ci ha messo in difficoltà per la gara ma è andata così. Mi piace essere al limite, ma oggi è stato troppo e in radio si è sentito dalla mia reazione. Siamo tornati, avevamo un passo buono e sapevamo di affrontare una gara complicata. Stiamo lavorando tanto per ridurre i distacchi, quel che guardiamo non è il terzo posto in costruttori, ma spingeremo al 200% per tornare presto alla vittoria. Non dobbiamo andare nel panico, dobbiamo dare il meglio per uscirne" ha dichiarato il monegasco.

Soddisfatto anche Mattia Binotto: "Il risultato è giusto per il nostro valore, peccato per Leclerc perché poteva fare di più e si è trovato in una situazione di scorrettezza con Perez. Abbiamo fatto la gara che dovevamo fare, la strategia delle gomme in qualifica ha pagato. Sainz ha gestito, Charles ha spinto nel momento giusto e con le gomme fresche gli abbiamo permesso di fare i sorpassi. La nostra macchina la conosciamo, sappiamo i punti deboli e paghiamo sui rettilinei. Dipende dalle piste, qui era favorita McLaren e nel bilancio delle due settimane non è una situazione drammatica. Il nostro obiettivo di quest'anno non è il terzo posto in costruttori, ma migliorarci quanto più possibile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli