Gravina: "Tamponi unici è una mia proposta"

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 9 nov. (askanews) - "Condividiamo l'idea della centralità dei tamponi. L'avevo già proposta in precedenza e l'abbiamo già approvata in presidenza venerdì. Non entro nel merito dell'autodeterminazione delle singole leghe. Ci è stato detto che sarà fatto, l'auspicio è che ci sia una centralità da parte di tutte le leghe, se questo non dovesse avvenire sarà la Federazione a farsene carico". Così il presidente della Figc Gabriele Gravina durante il Consiglio della Federcalcio. "Quella di ricorrere a un'unica struttura per uniformare le analisi dei tamponi "è una mia proposta che risale a qualche mese fa - precisa - rispedita al mittente anche se ora sono contento che sia tornata in auge. Ne abbiamo parlato anche oggi in Consiglio federale e dalle leghe ci è stato garantito che sarà fatta". Sull'attuale emergenza sanitaria e sui rischi che potrebbero derivare per il prosieguo del campionato italiano: "Esiste un piano B e anche un piano C - ha ammesso Gravina -. Li teniamo per noi, ci sono confronti costanti e continui con le diverse leghe e ipotesi alternative in base alle possibilità che ci presenterebbe il calendario. Siamo in emergenza, la riflessione che bisogna fare è cercare di essere preparati a fronteggiare momenti più critici che si potrebbero prospettare all'orizzonte, anche se l'ottimismo deve esserci sempre nella nostra programmazione. Il problema a quel punto non sarebbe solo il calcio". Il Consiglio della Figc ha anche votato la presentazione della candidatura di Gravina come membro dell'Esecutivo Uefa, le cui elezioni si terranno il 2 marzo 2021. Dal consiglio direttivo dell'Uefa era uscito, con 4 mesi di anticipo, il vicepresidente Michele Uva. Il Cosiglio Federale ha anche confermato l'indicazione della candidatura di Evelina Christillin come componente del Consiglio della Fifa.