Greenpeace, protesta "dal cielo" contro la Bce

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Foto Ufficio Stampa Greenpeace/LaPresse
Foto Ufficio Stampa Greenpeace/LaPresse

Protesta pacifica, ma inusuale, da parte di Greenpeace che è tornata in azione... tra i cieli di Francoforte. Il gruppo ecologista, che ha a cuore il bene dell'ambiente, ha infatti messo in atto una protesta contro la Banca centrale europea alla vigilia della riunione del board.

Dieci attivisti, in parapendio, hanno infatti preso sottoscacco il tetto del grattacielo della Bce per protestare a favore del clima. Atterrati a destinazione, il gruppo ha esposto uno striscione di sei metri con scritto “Basta finanziare i killer del clima" mentre un altro parapendio è volato esponendo lo striscione "Azioni per il clima adesso”.

"In un nostro studio dimostriamo che la Bce sta favorendo le compagnie petrolifere e questo deve terminare", ha dichiarato Mauricio Vargas, di Greenpeace Germania. Da parte sua, la Bce rivendica di essere fortemente impegnata sui temi della tutela ambientale. "Il cambiamento climatico è una delle maggiori sfide fronteggiate dall'umanità in questo secolo e la Bce - ha spiegato un portavoce della Banca centrale europea - Sta contribuendo alla risposta nell'ambito del suo mandato come Banca centrale, agendo al fianco di quelli che sono responsabili per le politiche climatiche".

VIDEO - Bce, dieci attivisti di Greenpeace atterrano sul tetto col parapendio