Guardiola attacca UEFA e FIFA: "Stanno ammazzando i giocatori"

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

Pep Guardiola ha attaccato duramente UEFA e FIFA nel corso della conferenza stampa della vigilia di Manchester City-Borussia Dortmund, andata dei quarti di finale di Champions League in programma martedì 6 aprile. L'allenatore spagnolo ha sollevato una forte polemica in merito al calendario troppo fitto di impegni.

Le sue dichiarazioni: "È troppo. Sono esseri umani, non macchine. Anche se sono tristi perché vorrebbero giocarle tutte, questo non è possibile. Senza rotazioni sarebbe impossibile essere competitivi e trovarsi dove siamo adesso. I calciatori potrebbero giocare, perché hanno una mentalità incredibile. Ma devono riposare: la UEFA e la FIFA li stanno ammazzando, questo è troppo. Da quando abbiamo iniziato la stagione, non abbiamo avuto una settimana di riposo".

Manchester City | Michael Regan/Getty Images
Manchester City | Michael Regan/Getty Images

Sulla preparazione del match contro Erling Haaland e compagni: "Come la precedente, e quella prima ancora e quelle degli ultimi due, quattro mesi. L'eliminazione con il Lione è stata dolorosa, non lo nascondo, mi è rimasta in testa per settimane. Ma ora siamo qui per riprovarci ancora: vogliamo andare avanti il più possibile e dobbiamo dimostrarlo in campo".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.