Hakimi dichiara amore all'Inter: "Voglio restare qui per molti anni. Sono grato a Conte, mi ha migliorato"

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

"Sin qui la stagione è andata bene, ma vogliamo finirla al meglio. Il logo? Mi piace molto, guarda al futuro. Sono orgoglioso di poterlo indossare: mi sento come un bambino che pensa a quello che sarà, restando qui per molti anni". È l'augurio di Achraf Hakimi, colpo dell'estate dell'Inter e punto fermo dell'undici di Antonio Conte, esternato durante l'intervista concessa al quotidiano The Athletic.

Achraf Hakimi | Marco Luzzani/Getty Images
Achraf Hakimi | Marco Luzzani/Getty Images

LA VELOCITÀ - "È qualcosa di genetico, da sempre sono molto veloce. A casa dei miei genitori ho ancora tante medaglie dei tempi della scuola, in cui facevo atletica".

SULL'IMPORTANZA DI CONTE - "Lavora molto sulla tattica. Io ero nuovo, con me ha insistito tanto su questo così che mi adattassi alla squadra e al suo stile di gioco, ho dovuto migliorare e cambiare, specie difensivamente. E per me è stato un bene. Sono grato a Conte per avermi aiutato a migliorare".

SUL SOGNO SCUDETTO - "Non c'è stress. Sappiamo di avere un grande vantaggio, ma bisogna pensare partita dopo partita perché c'è ancora molto da giocare. Vogliamo consolidare il nostro vantaggio: abbiamo una grande opportunità di vincere qualcosa che i tifosi dell'Inter si aspettano da tanti anni. Speriamo di farcela".

Segui 90min su Instagram.