Hamilton attacca chi non rispetta l'isolamento: "Egoisti!"

Adam Cooper
motorsport.com

Il pilota della Mercedes ha parlato così in risposta alle immagini dei telegiornali che mostravano ancora tanti raduni di persone in giro per tutto il mondo, nonostante la cosa sia fortemente sconsigliata o proibita a seconda dei governi.

"Sono davvero triste a sentire quanti morti ci sono in tutto il mondo" ha scritto Hamilton sui social media. "So che la maggior parte di noi ha conoscenze limitate del perché e di come sia successo".

"Non c'è niente che possiamo fare al riguardo se non isolarci per evitare di contrarre il virus e diffonderlo".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Ci sono persone là fuori che vanno ancora nelle discoteche e nei bar, in luoghi molto affollati. Ritengo queste persone totalmente irresponsabili ed egoisti".

Leggi anche:

Hamilton: "Sto bene. Zero sintomi: ho rifiutato il tampone"Hamilton a rischio quarantena? Idris Elba ha il Coronavirus...

Lewis poi ha aggiunto che sta pregando per il personale medico e gli altri "eroi" che stanno mettendo a rischio la propria vita.

"Prego per la sicurezza della mia famiglia ogni giorno, ma prego anche per tutti là fuori".

"Sto pregando per coloro che lavorano nei negozi, nelle consegne, ma anche i medici e gli infermieri che mettono a repentaglio la propria salute per aiutare gli altri. Questi sono gli eroi. Per favore, state al sicuro".

In un precedente messaggio ai tifosi, diffuso anche per smentire le voci di un suo possibile contagio, il campione del mondo aveva assicurato di essere in salute e di essersi auto-isolato dopo il GP d'Australia.

Potrebbe interessarti anche...