Havertz regala la Champions al Chelsea, Tuchel batte Pep: 1-0 contro un City deludente

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il Chelsea ribalta i pronostici della vigilia e conquista la vetta d'Europa: la Champions League è di Tuchel e dei suoi, capaci di superare 1-0 grazie ad Havertz il Manchester City di Guardiola nella finale di Oporto. I Blues infarciti di giovani talenti e sulla carta meno quotati rispetto ai rivali non hanno mostrato timori reverenziali, annientando ancora una volta i punti di distacco emersi in Premier rispetto ai Citizens e battendoli di nuovo.

Il gol di Havertz | Alex Livesey - Danehouse/Getty Images
Il gol di Havertz | Alex Livesey - Danehouse/Getty Images

HAVERTZ ROMPE L'EQUILIBRIO - Ritmo subito elevato e tanta voglia di spingere sull'acceleratore, nelle prime battute il City sembra voler condurre il gioco e colleziona anche un'occasione importante: lancio lungo partito direttamente da Ederson, grande stop di Sterling e conclusione di tacco deviata in corner. Il Chelsea prende le contromisure e riesce ad avanzare il baricentro, rendendosi pericoloso con Werner: il tedesco però come spesso quest'anno, è poco cinico e spreca due buone occasioni in modo goffo. 

VIDEO - Milan, il Manchester United detta le condizioni per Dalot. Sondaggio anche del Napoli

Gli uomini di Guardiola tornano pericolosi attorno alla mezzora ma la difesa del Chelsea, guidata da Rudiger, regge l'urto. E proprio in difesa i Blues perdono un interprete fondamentale, Thiago Silva esce per infortunio. Dalla delusione per l'infortunio del brasiliano alla gioia: lancio filtrante di Mount per Havertz, il tedesco salta Ederson e a porta vuota deposita in rete, Chelsea in vantaggio.

Festa dei Blues | Alex Livesey - Danehouse/Getty Images
Festa dei Blues | Alex Livesey - Danehouse/Getty Images

UN CITY SPENTO - Nella ripresa il City si proietta ovviamente in avanti ma al 57' un episodio indirizza ulteriormente la sfida verso la parte londinese: duro scontro Rudiger-De Bruyne, il belga si scontra contro l'ex giallorosso ed esce dal campo visibilmente frastornato. Una defezione pesante, ovviamente, per un City che si proietta in avanti senza però creare occasioni: è anzi Pulisic a sfiorare il 2-0 dopo una grande azione di Havertz, l'americano è però poco cinico. 

A livello territoriale i Citizens riescono a controllare ma, di fatto, non spaventano mai gli avversari, con Tuchel che intanto incita i tifosi dei Blues invitandoli a sostenere la squadra. Nel recupero l'ultimo brivido: Mahrez ci prova da fuori, Mendy è fuori causa ma il pallone esce sul fondo. I Blues possono dunque liberare la gioia: Tuchel, dopo la finale dello scorso anno, si rifà con gli interessi e regala la Champions al Chelsea.

VIDEO - Morata: che disavventura in aeroporto. Colpa della moglie?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli