Higuain torna nella 'sua' Napoli: tra fischi e voglia di goal

Il giorno più atteso a Napoli dallo scorso 26 luglio, data del suo trasferimento alla Juventus , è finalmente arrivato. Domenica 2 aprile Gonzalo Higuain torna a calcare il prato del 'San Paolo' dove, qualche mese prima, aveva stabilito il nuovo record di goal in un campionato di Serie A con una spettacolare rovesciata contro il Frosinone.

Dopo tante polemiche, seppure a distanza, i tifosi del Napoli   si ritroveranno quindi davanti il loro ex idolo che però stavolta indosserà la maglia bianconera con la Juventus che per strapparlo a De Laurentiis in estate non si è fatta problemi a pagare la clausola rescissoria da 90 milioni di euro.

Un trasferimento record che però dal popolo partenopeo è stato vissuto come un tradimento, tanto che domenica sera per Higuain ci saranno sicuramente tanti fischi, anche se le Curve hanno promesso al Pipita solo indifferenza.

Gonzalo Higuain Napoli Frosinone

Higuain, che non trova il goal in campionato ormai da quattro partite, dal canto suo farà di tutto per interrompere il digiuno e farsi rimpiangere ancora di più realizzando quella che sarebbe la sua terza rete da ex al Napoli.

L'ultimo centro dell'argentino infatti risale allo scorso 28 febbraio quando Higuain realizzò il momentaneo 2-1 nell'andata delle semifinali di Coppa Italia e sempre un suo goal decise anche lo scontro diretto dello 'Stadium' in campionato.

Il feeling con la porta del 'San Paolo' d'altronde al Pipita non è mai mancato se si pensa come in quello stadio Higuain abbia realizzato una rete ogni 97 minuti giocati. E pazienza se stavolta, in caso di goal, dalle tribune al posto degli applausi pioveranno solo i fischi di un popolo 'tradito' dal suo eroe.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità