I Golden State Warriors riscrivono la storia NBA con le quinte Finals consecutive

Yahoo Sports IT
Steph Curry esulta dopo la vittoria di GSW in gara 4 contro Portland (Photo by Steve Dykes/Getty Images)
Steph Curry esulta dopo la vittoria di GSW in gara 4 contro Portland (Photo by Steve Dykes/Getty Images)

La NBA 2018/2019 non avrà un finale scontato, ma una finalista ce la si poteva aspettare fin da ottobre. Infatti i Golden State Warriors di Stephen Curry hanno raggiunto in un batter d'occhio le Finals, chiudendo il discorso con i Portland Trailblazers nel modo più rapido possibile: 4-0!

Per Golden State è un altro record, e in questi anni ne hanno raggiunti davvero tanti. Queste sono infatti le quinte Finals consecutive, un record per la NBA a trenta squadre. Nella storia della NBA solo i Boston Celtics di Bill Russell fecero meglio, con 10 finali raggiunte tra il 1957 e il 1966 (ne vinsero 9).

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Golden State ha chiuso il discorso a Ovest con Portland vincendo 119-117 al supplementare di gara-4. È la vittoria anche di Steph Curry e di Draymond Green, primi compagni di squadra in tripla doppia nella stessa partita nella storia dei playoff.

Ora per Golden State arriva un periodo di meritato riposo: da oggi fino al 30 maggio non dovrà giocare alcuna partita, mentre invece Milwaukee e Toronto avranno ancora almeno due sfide obbligatorie. I Milwaukee Bucks hanno il vantaggio del campo, ma se non dovessero sfruttarlo significherebbe buttare via moltissime energie.

Con Golden State le energie sono fondamentali: la squadra guidata in panchina da Steve Kerr fa dell'intensità un'arma micidiale per fronteggiare qualsiasi avversario.

Contro Portland i Warriors hanno dovuto sopperire alla mancanza di Kevin Durant, giocando una partita molto complicata. Portland, a sua volta martoriata da problemi fisici, ha lottato con onore. Steph Curry ha firmato gara-4 con 37 punti, 13 rimbalzi e 11 assist (nella serie mai sotto i 35 punti); Green ha messo a referto 18 punti, 14 rimbalzi e 11 assist; Klay Thompson e Andre Iguodala hanno dato il resto. Portland non ha nulla da recriminare se il livello è questo...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Potrebbe interessarti anche...