Iannone si sfoga: "Non sono uno sciocco"

Il centauro dell'Aprilia Andrea Iannone in un'intervista alla Gazzetta dello Sport si sfoga dopo l'esito delle controanalisi, che hanno confermato la positività al Drostanolone in un controllo antidoping: "Mi sembra di  stare in un film di cui sono protagonista involontario: per essere uno sportivo che ha fatto tanti sacrifici è un trauma. Non faccio uso di integratori, solo o Supradyn o Polase".

"Se sei a posto con la tua coscienza possono marchiarti di quello che vogliono. Di marchi addosso non me ne sento. I social? Non li guardo, se seguissi tutto quello che viene scritto e detto di me sarebbe ancora più dura: se la gente vuole parlare di Iannone faccia pure... Io non preparo piani B, la moto è la mia vita, non sono sciocco da giocarmela per altre cose o queste recenti vicende".

Il supporto dell'Aprilia nonostante sia a rischio squalifica: "Tanto, come una famiglia: non mi sarei mai aspettato una vicinanza simile e per me questo vale come una vittoria".

La sostanza proibita è stata rinvenuta però in valori esigui: "In questa situazione non vedo punti a favore, nel senso che la trovo surreale. Non mi esprimo e lascio fare all’avvocato De Rensis e alla giustizia".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...