Ibra-Manchester United verso l'addio: no al rinnovo e ai 13 milioni d'ingaggio

28 goal in 46 partite, considerando tutte le competizioni, impreziosite da performance da vero top player, hanno convinto il Manchester United a puntare ancora su Zlatan Ibrahimovic, nonostante il brutto infortunio patito.

Il pregiudizio subito al legamento crociato contro l'Anderlecht, che di fatto lo costringerà a stare lontano dai campi di gioco per 8-9 mesi, rischia fortemente di comprometterne il proseguio della carriera ai massimi livelli.

Proprio per questo, come riporta 'The Sun', lo svedese sarebbe intenzionato a non accettare il prolungamento del contratto offerto dalla dirigenza dei 'Red Devils', intenzionata a confermare l'importo di 13 milioni di euro, per un'ulteriore stagione.

Zlatan Ibrahimovic Manchester United Europa League

Il motivo sarebbe proprio rintracciabile nelle condizioni fisiche di Ibrahimovic e, soprattutto, nell'incognita sul rientro in campo. Come a dire: prima recupero dall'infortunio e poi si vede, nel frattempo nessun guadagno.

Un gesto certamente nobile quello del bomber, sul quale lo United crede a cominciare da José Mourinho: "Lo aspetta un lungo periodo di recupero, ma è un ragazzo molto forte. Soprattutto mentalmente. Non lascerà il calcio e combatterà per tornare il prima possibile. E' una cosa che mi fa davvero piacere".

Adesso l'ultima parola spetta ad Ibrahimovic, che presumibilmente prenderà una decisione proprio a ridosso di giugno, quando dovrà comunicare alla squadra inglese la sua volontà. E considerando il personaggio, non sono escluse sorprese.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità