Ibra non è più indispensabile per questo Milan?

Niccolò Mariotto
90min

Quando tornerà in campo Zlatan Ibrahimovic? Difficile saperlo. L'attaccante svedese del Milan poco più di un mese fa si è procurato una lesione muscolare al polpaccio destro che l'ha costretto a saltare i primi impegni di campionato dei rossoneri dopo la lunga sosta a causa dell'emergenza Coronavirus ma a distanza di settimane non si sa ancora con certezza quando tornerà a giocare.


Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il centravanti scandinavo è un giocatore fondamentale nello scacchiere tattico del Milan targato Pioli che nonostante la sua pesante assenza è riuscito comunque a riprendere nel migliore dei modi la sua stagione inanellando due successi consecutivi contro Lecce e Roma e tornando prepotentemente in lotta per un posto in Europa League nella prossima stagione. Alla luce di questo si può affermare che Ibrahimovic non è più un giocatore indispensabile per le sorti del Diavolo? In parte.


Che il Milan abbia saputo compattarsi per via dell'assenza di Ibrahimovic facendo di necessità virtù è abbastanza evidente ma da qui a dire che i rossoneri possono fare tranquillamente a meno di lui ce ne vuole. Con il suo arrivo a Milano nel corso della finestra invernale di mercato di gennaio lo svedese ha dato una forte scossa all'ambiente con il Diavolo che ha cambiato marcia e i risultati che sono mano a mano migliorati sempre di più.


Una volta che Ibrahimovic avrà recuperato dai problemi fisici che lo stanno attualmente bloccando il Milan può potenzialmente fare ancora meglio di quanto sta facendo ora: il centravanti numero 21 può essere l'arma in più dei rossoneri in questo intenso finale di stagione e dare il suo prezioso contributo alla causa per centrare la qualificazione in Europa League in vista del prossimo anno.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!


Potrebbe interessarti anche...