Ibrahimovic: 'Ci rimane lo scudetto, bella reazione. Rinnovo? Vedremo, non ho fretta. Nazionali? C'è chi riposa e chi no'

·1 minuto per la lettura

Intervistato da Sky Sport al termine della sfida vinta contro la Fiorentina, l'attaccante del Milan, Zlatan Ibarhimovic non si è tirato indietro e ha parlato ancora di obiettivo scudetto (di cui ha parlato qui anche Stefano Pioli).

SCUDETTO - "Oggi era molto importante perché dopo la sconfitta in Europa League ci rimane solo lo scudetto e il campionato. Abbiamo giocato con la giusta mentalità, volevamo vincere a tutti i costi. Abbiamo fatto vedere il carattere di questa squadra".

SOSTA- "Sto prendendo le mie responsabilità, voglio aiutare la squadra in campo e fuori. Dobbiamo continuare, non sono ancora al meglio, mi mancano i 90 minuti anche se oggi ho giocato tutta la partita. Adesso c'è un periodo di sosta per alcuni no, per altri si (ride ndr...)".

NAZIONALE - "Il mio desiderio era continuare a giocare ed essere felice in campo. La Nazionale è un bonus per me. Giocare in nazionale dopo 5 anni che avevo smesso è un onore".

MI SENTO GIOVANE - "Mi sento come Benjamin Button, più divento vecchio e più mi sento giovane".

RINNOVO - "Sapete che Paolo (Maldini ndr.) mi mette sotto pressione, voglio vedere cosa faccio in campo e devo meritare questo rinnovo. Scherzi a parte, tutto è sotto controllo, abbiamo un rapporto diretto, stiamo parlando e vediamo quello che succede. Non siamo in una situazione in cui avere fretta".