Ibrahimovic e l'addio al Milan nel 2012: "Venduto senza saperlo"

Goal.com
Accostato al Milan, Zlatan Ibrahimovic non ha dimenticato il passaggio al PSG: "Galliani mi disse che non mi avrebbe ceduto, ma l'aveva già fatto...".

Ibrahimovic e l'addio al Milan nel 2012: "Venduto senza saperlo"

Accostato al Milan, Zlatan Ibrahimovic non ha dimenticato il passaggio al PSG: "Galliani mi disse che non mi avrebbe ceduto, ma l'aveva già fatto...".

Zlatan Ibrahimovic di nuovo al Milan sei anni dopo? Difficile, ma non impossibile. Se ne parla e a gennaio potrebbe davvero accadere. Anche se il centravanti svedese, oggi in MLS con i Los Angeles Galaxy, non ha ancora digerito l'addio dell'estate del 2012.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Lo si apprende dalla sua autobiografia, 'Io sono il calcio', edita da Rizzoli e in uscita da martedì. 'Fuorigioco', inserto domenicale della Gazzetta dello Sport, ne pubblicherà domani un estratto: quello in cui, appunto, Ibra parla anche del trasferimento al PSG di sei anni fa, voluto non da lui ma dalla società rossonera, impersonificata all'epoca da Adriano Galliani.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Galliani mi disse ‘Non hai niente di cui preoccuparti Ibra, non ti cederemo’- si legge - Alcune settimane dopo mi trovavo a Vaxholm, dove avevamo una casa vacanze. Ero appena tornato da un’uscita sulla moto d’acqua e cosa vedo sul display del telefonino? Cinque chiamate senza risposta di Mino... Gli avevo fatto giurare di non chiamarmi durante le ferie, quindi capii che qualcosa bolliva in pentola"

E in effetti era proprio così: "‘Dobbiamo parlare’, mi disse. [...] ‘Ti chiamerà Leonardo’. ‘E chi sarebbe Leonardo?’, pensai. Poi collegai. Leonardo... il direttore sportivo del PSG. ‘Ascolta, non voglio parlarci. Tanto non vado da nessuna parte, me l’ha confermato Galliani, non vogliono vendermi’. Allora Mino aggiunse in tono secco: ‘Già, vedi, in realtà ti hanno già venduto...'".

Il resto della storia è noto: le quattro stagioni al PSG, senza mai nemmeno sfiorare la Champions League, poi l'anno e mezzo al Manchester United e infine il trasferimento a Los Angeles, dove Ibrahimovic ha mancato l'approdo ai playoff. Il momento del ritorno a Milano, sponda rossonera, potrebbe essere arrivato.

Potrebbe interessarti anche...