Ibrahimovic e un futuro "totale" al Milan, niente sconti sul rinnovo: il punto

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

In casa Milan continua a tenere banco il tema dei rinnovi di contratto. Tra i tanti giocatori in scadenza il 20 giugno 2021 c'è anche l'ingombrante Zlatan Ibrahimovic, secondo l'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport pronto ad un futuro "totale" a tinte rossonere, ma senza sconti.

Zlatan Ibrahimovic | Michael Campanella/Getty Images
Zlatan Ibrahimovic | Michael Campanella/Getty Images

Negli ultimi mesi lo svedese ha visto crescere anche il suo ruolo nello spogliatoio, con un rapporto protettivo nei confronti dei più giovani compagni. "Questo non significa, però, che Ibrahimovic svesta i panni del numero uno. E il tema contrattuale è rilevante sotto questo profilo. Perciò non ci sono sconti all’orizzonte" spiega la rosea.

Sintetizzando, quando si siederà a trattare Ibra chiederà ugualmente lo stesso stipendio percepito ora per prolungare l'accordo, anche se l'aggiunta dei bonus legati alle sue presenze potrebbero aiutare a trovare la quadra. Anche perché il gigante di Malmoe non giocherà tutte le partite, ma si prepara anche a ricoprire altri incarichi in prospettiva. E non solo da giocatore. "C’è anche questo nel suo progressivo cambio di atteggiamenti. Ibra non finisce mai di stupire, ma un fatto è certo: il Milan è sempre più suo e lui è sempre più dentro il Milan" conclude il quotidiano.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.