Ibrahimovic fa aspettare il Milan: spunta anche l'ipotesi ritiro

Il Milan si appresta ad accogliere di nuovo Ibrahimovic: offerti 6 mesi di contratto con opzione per un altro anno, può allenarsi dal 30 dicembre.
Il Milan si appresta ad accogliere di nuovo Ibrahimovic: offerti 6 mesi di contratto con opzione per un altro anno, può allenarsi dal 30 dicembre.

Il Milan si aspettava una risposta da Zlatan Ibrahimovic ormai dieci giorni fa, ma dalla Svezia non è arrivata nessuna chiamata, nessuna mail, niente di niente. Il motivo? Beh, forse fa strano anche solo pensarlo ma Ibra è per la prima volta indeciso sul futuro e su quale strada prendere.

Secondo 'Il Corriere della Sera', infatti, l'attaccante svedese sta trascorrendo giorni di grande riflessione e in alcuni di questi crede di non essere più all'altezza per una sfida come il Milan e la Serie A. Qualche acciacco di troppo e forse anche una carriera già fin troppo lunga.

Davanti a lui si sono aperte quindi solo due strade possibili: o accettare il Milan o rassegnarsi all'idea di ritirarsi dal calcio giocato. La 'scusa' economica del contratto e dello stipendio sarebbe solo un modo per prendere tempo e per continuare a ragionare sulla strada da prendere.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Se l’obiettivo del Milan era averlo a disposizione nel mese di dicembre per consentirgli di raggiungere un adeguato livello di forma fisica a gennaio, avendo giocato l’ultima partita a Los Angeles il 28 ottobre, le aspettative saranno deluse.

Zlatan Ibrahimovic ha ormai 38 anni e secondo il quotidiano, con chi lo sente regolarmente, tradisce pensieri e confessioni abbastanza altalenanti. Una mattina si sente pronto per il grande ritorno, in quella successiva confessa di avere dolori assortiti.

Tuttavia, in un modo o nell'altro, il Milan dovrà avere la sua risposta, perché nel caso in cui Ibra decida di non tornare a Milano, la società dovrà strutturare per tempo un altro tipo di calciomercato.

Potrebbe interessarti anche...