Ibrahimovic: “Lotterò per il Milan”. Partito il toto numero della maglia

ibrahimovic
ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic ha accettato l’offerta del Milan e tramite i suoi profili social ha dichiarato nuovamente la sua intenzione di tornare protagonista con la maglia rossonera. Primo allenamento il 30 dicembre, ma è partito il toto numero di maglia.

Ibrahimovic: “Amo il Milan e lotterò per questa maglia”

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Più bel regalo di questo i tifosi del Milan non potevano aspettarsi sotto l’albero. Zlatan Ibrahimovic ha detto sì: pronto un contratto di 6 mesi da 3 milioni a salire, in base alle presenze e alle reti siglate fino a giugno. Un’operazione che sembrava impossibile, ma la fragilità dei rossoneri sembra aver scosso l’animo dello svedese, desideroso di tornare protagonista con questa maglia, coem lui stesso scrive sui social: “Lotterò con i miei compagni di squadra per cambiare il corso di questa stagione e farò di tutto per centrare i nostri obiettivi. Amo questa città e lotterò e darò il massimo per questa maglia“.

Ibra, quale numero di maglia per lo svedese?

Ora che Zlatan è una certezza, rimane solo da decidere quale numero di maglia stampargli sulla schiena. L’8 è già preso da Suso, il 10 da Calahnoglu.

Nonostante la 9 continui a maledire tutti gli attaccanti rossoneri, Piatek non è disposto a cedere il suo numero al nuovo arrivato.

La sua 11 potrebbe essere lasciata libera in caso di partenza di Borini, ma nell’ambiente rossonero sta prendendo forma un’idea alquanto bizzarra, ma che a livello di marketing non avrebbe rivali.

Secondo quanto riportano fonti vicine a Milanello, Ibrahimovic potrebbe indossare addirittura la numero 1, maglia tradizionalmente indossata dai portieri, ma che al Milan né Donnarumma, nè Reina indossano (il primo ha la 99, il secondo la 25). L’81 come suo anno di nascita sarebbe troppo scontato, per questo motivo la numero 1 sta sempre di più affascinando i tifosi, pronti a vederlo con quel numero inedito.

Dal punto di vista strategico, sarebbe un unicum storico, che darebbe maggior visibilità non solo al Milan, ma anche al 38enne svedese in chiave internazionale e mediatica.

La numero 1, per colui che si crede il più grande di tutti i tempi.

Potrebbe interessarti anche...