Il 6-1 del Barça al PSG? Cantona: "Suarez un tuffatore, il lato porno del calcio"

L'ex fuoriclasse del Manchester United, Cantona, spiega: "Solo in 12 credevano al passaggio del Barcellona: Neymar e gli 11 del PSG".

Il 6-1 rifilato dal Barcellona al PSG nel match valido per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, è già di fatto entrato nella storia del calcio.

Nessuna squadra infatti, era riuscita nell’impresa di rimontare un passivo di 4-0 e poi passare il turno nella massima competizione continentale per club. Oltre all’aspetto meramente statistico però, negli occhi di tutti sono rimpasti impressi quei folli minuti finali di una partita probabilmente irripetibile.

A commentare quanto accaduto al Camp Nou lo scorso 8 marzo anche Eric Cantona che, attraverso la sua consueta rubrica su Eurosport, ha spiegato: “Alcuni lo chiamano miracolo, altri la più grande rapina del secolo. Comunque la si veda quindi è stato un qualcosa di epico. Solo dodici persone in campo credevano realmente alla qualificazione del Barcellona: Neymar e gli undici giocatori del PSG…”.

Moltissime polemiche ha suscitato il rigore concesso al Barcellona per fallo in area su Suarez: “E’ passato dall’essere uno che morde a uno che si tuffa dal trampolino. Non è stata una buona cosa, ma è stata teatrale. Si è trattato palesemente di una truffa. Quella mano sulla gola, il suo sguardo agonizzante, tutte str....te. Questo è il porno del calcio. Ai bambini non dovrebbe essere permesso di guardarlo”.

L’ex fuoriclasse del Manchester United non si è fermato qui: “Il Barcellona ha impiegato sette minuti per segnare tre goal decisivi, sette minuti come il tempo che ha impiegato Aurier ad alzarsi i calzettoni per entrare dalla panchina nell’ultima partita di campionato, sette come i minuti nei quali il Manchester City è stato qualificato ai quarti di finale. E sette sono anche i minuti che mediamente servono per un rapporto sessuale, e non dite che non è vero! Una nota su questa cosa: io non faccio sesso quando guardo una partita di calcio, potrei perdermi molte cose”.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità