Il Barcellona spinge fuori Pjanic, lui aspetta sempre una mossa della Juve

·2 minuto per la lettura

L'obiettivo dichiarato della Juve è Manuel Locatelli. Parallelamente il club bianconero insegue anche una punta che possa completare il reparto. Tutto questo indipendentemente da ciò che deciderà (e comunicherà) Cristiano Ronaldo. Il resto invece resta legato alle cessioni, ai modi e ai tempi in cui verranno effettuate, il caso CR7 resta ovviamente quello che maggiormente condiziona la strategia bianconera. Ma in attesa che si sblocchi qualcosa di importante sul fronte delle partenze, c'è chi continua a sperare in un ritorno alla Juve. Apparentemente clamoroso, guardando la storia recente nemmeno troppo. È Miralem Pjanic a cercare una via di rientro alla base, appena un anno dopo il suo passaggio all'interno dell'operazione che ha portato Arthur alla Juve.

SI PUO' FARE – Non è andata come previsto la sua prima stagione in blaugrana. La conferma di Ronald Koeman ha poi sancito di fatto la conclusione della sua avventura al Barcellona. Che ora si trova al centro di un disperato tentativo di far posto a bilancio per il nuovo contratto di Leo Messi, da una decina di giorni ormai entrato nell'illustre categoria dei giocatori disoccupati, insieme tra gli altri a capitan Giorgio Chiellini. In un primo momento l'entourage di Pjanic ha cercato di ottenere un prestito, possibilmente biennale. Strada facendo la situazione sta convincendo il Barcellona a stilare una lista di giocatori che potrebbero anche ottenere la risoluzione del contratto pur di fare spazio per riuscire a rifirmare Messi. Tra questi anche lo stesso Pjanic, che appena una stagione fa era stato messo a bilancio per 60 milioni più 5 di bonus (Arthur venne valutato invece 72 milioni più 10 di bonus). In prestito o addirittura a parametro zero, il bosniaco è ripiombato sul mercato a un prezzo che definir di saldo è persino poco, trasformandosi per tutti i grandi club nella più classica delle opportunità di mercato da provare a cogliere al volo.

SERVE TEMPO – A Pjanic sta pensando per esempio il Tottenham di Fabio Paratici, che pure ha nella difesa il reparto da puntellare con un colpo che oggi rappresenta la priorità. Altri interessamenti non mancano, ma il regista in questo momento aspetta che la Juve possa compiere la propria mossa. Il canale con Max Allegri si è riaperto immediatamente, dal club bianconero però si frena perché bisognerebbe comunque trovargli posto sia in organico che all'interno del monte ingaggi. Prima, insomma, è necessario che parta almeno un centrocampista, primo della lista resta Aaron Ramsey, ma nemmeno dopo l'Europeo si è sbloccato il mercato sul gallese. Quindi serve ancora tempo. Ma Pjanic continua a sperare nel ritorno alla Juve.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli