Il Bruges pareggia, doppio giallo e rosso per Mata e Diatta: bandiera rotta e maglia al vento

Dopo il goal del Bruges a tempo scaduto, Matta e Diatta sono stati espulsi: uno ha rotto la bandierina, l'altro si è tolto la maglia.
Dopo il goal del Bruges a tempo scaduto, Matta e Diatta sono stati espulsi: uno ha rotto la bandierina, l'altro si è tolto la maglia.

Sembrava tutto pronto alla festa del Galatasaray, ma guai a pensare di voler esultare prima del triplice fischio finale. Si sa, regola non scritta del calcio. Minuto 92, Diatta batte Muslera e riporta il Bruges in corsa, non per un posto agli ottavi di Champions, ma almeno per proseguire in Europa League. Dal goal dell'1-1, a due rossi.


E' successo di tutto dopo il goal di Diatta, che ha gelato la Turk Telekom chiudendo la gara sul pari e permettendo al Bruges di giocarsi nell'ultima giornata dei gironi di Champions il passaggio in Europa League con un punto in più del Galatasaray e la sfida interna con il Real (turchi a casa PSG e sulla carta dunque sfavoriti).

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

L'esultanza di Diatta ha infatti portato il direttore di gara ad espellere il giovane senegalese classe '99: l'attaccante del Bruges si è infatti tolto la maglia, non lasciando scelta all'arbitro Kruzliak, immediatamente pronto ad assegnare il doppio giallo e dunque il rosso. Ma non solo.

Doppio... doppio giallo per il Bruges, vista l'esulsione comminata anche a Mata. Il terzino destro, preso dalla foga del pareggio in extra-time, ha infatti spezzato la bandierina del calcio d'angolo con un calcio. Alla Cassano, per intenderci. Clement, tecnico del team belga, non è apparso molto contento.

Ne ha ben donde, visto che per il match decisivo non avrà due dei suoi titolari fondamentali. L'adrenalina del segnare in uno degli stadi più caldi al mondo, però, è stata fatale.

Potrebbe interessarti anche...