Il capitano dei blancos era già fuori per infortunio.

·2 minuto per la lettura
Sergio Ramos positivo covid
Sergio Ramos positivo covid

Il difensore e bandiera del Real Madris Sergio Ramos è risultato positivo al covid. A comunicarlo è stata la stessa società spagnola che dunque perde ancora una volta la possibilità di schierare il giocatore che quest’anno è stato spesso infortunato. L’ultimo stop era stato di natura muscolare al polpaccio, ma ora il suo rientro in campo con il sopraggiungere del coronavirus subirà necessariamente nuovi ritardi. Il Real Madrid ha al momento anche un altro atleta alle prese con il covid, Varane, che era finito in quarantena prima dell’andata dei quarti di finale di Champions contro il Liverpool. Un focolaio nei blancos, che si spera possa essere già stato arginato.

Sergio Ramos positivo al covid

Come si diceva in apertura, già prima di risultare positivo al covid, Sergio Ramos non stava attraversando una delle sue migliori stagioni. Nella Liga spagnola ha fin qui raccolto soltanto 15 presenze, frutto dei suoi continui guai fisici: prima la rottura parziale della fibra muscolare a novembre, poi la lacerazione del menisco a gennaio e infine un nuovo problema al polpaccio. Sarebbe dovuto tornare in campo il prossimo 30 aprile, ma l’infezione da coronavirus allungherà sicuramente il suo tempo di recupero.

Un periodo di certo non facile per Sergio Ramos che, benchè capitano e bandiera del Real, ha ormai 36 anni e il contratto in scadenza a giugno. Per lui potrebbe esserci un addio, con la società che sulla spinta dei continui infortuni potrebbe decidere di rinnovare il reparto. Al momento non è chiaro quale potrebbe essere il futuro del difensore, certo è che se avesse giocato di più nel corso di questa stagione avrebbe avuto maggiori certezze in sede di rinnovo. Fondamentale in tal senso sarà anche la volontà del giocatore.