Fiorentina, Pioli deluso da Kalinic: "Professionalità vuole altri comportamenti"

Prima giornata di A in trasferta per la Fiorentina e non sarà di quelle semplici: Pioli in conferenza stampa ha parlato del match ma anche del mercato

La Fiorentina è attesa, domenica sera, dalla trasferta al Meazza contro l' Inter ; impegno molto difficile per i viola in questa prima giornata di Serie A. In conferenza stampa il tecnico gigliato Stefano Pioli ha analizzato i temi della gara in questo esordio di campionato.

Sarà un'emozione particolare esordire in viola nello stadio che è stata casa sua nella scorsa stagione... " Sarò emozionato perché comincio una nuova avventura ed è giusto che sia così - ha spiegato Pioli - Il passato è alle spalle e quello che mi interessa è solo questo campionato. C'è curiosità di vedere che risultati otterremo col nostro lavoro. Non so cosa proveranno gli altri e mi interessa anche poco ".

Sull'Inter... " Pressoché tutte le squadre italiane hanno fatto un buon precampionato, a differenza delle scorse stagioni - ha detto ancora Pioli - L'Inter ha sempre vinto e questo testimonia il suo spessore tecnico e l'abilità di Spalletti. I nerazzurri hanno tante armi a disposizione e parlare di un solo giocatore da temere è troppo limitativo. Dovremo giocare da squadra mettendo in campo le nostre qualità. Noi sfavoriti? Partiamo 11 contro 11 e da 0-0. Non penso che ci siano favoriti in tal senso ".

Sulla formazione da opporre all'Inter Pioli non si sbilancia... " Tutti i giocatori convocati sono disponibili per giocare dall'inizio - ha spiegato il tecnico viola - Compresi gli ultimi arrivati. Cercheremo di fare le scelte giuste, in maniera attenta. Il modulo? Dentro un sistema di gioco si deve tenere in considerazione anche delle posizioni che si modificano in base alle qualità dei giocatori e degli avversari ".

Su una maglia da titolare per Babacar ... " Farò tutte le valutazione del caso - ha detto Pioli - non posso pensare al passato e a perché non abbia giocato con continuità in passato. Domani giocherà chi se lo meriterà. Ha fatto un buon precampionato ma non eccezionale. Dipenderà da lui e dai compagni, io mi prendo ancora la nottata e domani mattina per decidere ".

Pioli ha poi fatto il punto sulle condizioni fisiche di Badelj e Saponara ... " Il primo sta molto meglio - ha spiegato - Saponara sta alternando situazioni con la squadra ad altre in cui lavora da solo. Spero che possa tornare presto a disposizione ".

Sugli obiettivi della sua squadra Pioli non si mette limiti... " Io voglio un squadra ambiziosa, che punti a vincere ogni singola partita - ha detto - Il piazzamento finale è difficile da preventivare perché abbiamo cambiato molto, sono arrivati ragazzi giovani, talentuosi e con voglia di fare ".

A turbare la vigilia di questo difficile inizio di campionato è stato poi il caso Kalinic , che negli ultimi giorni è venuto ai ferri corti con la società a causa del perdurare delle trattativa per un suo trasferimento al Milan... " Se sono deluso da Kalinic? Le mie sensazioni non sono importanti - ha affermato Pioli - Certo è che prima si risolvono queste situazioni e meglio è. Di sicuro, però, per la professionalità i comportamenti dovevano essere altri ed evidentemente in questo caso qualcosa non è andato ".

Sul mercato che sta portando avanti la società Pioli è comunque soddisfatto... " La squadra è abbastanza completa - ha spiegato - e abbiamo preso i giocatori che rispondevano alle nostre esigenze. Abbiamo centrato i nostri obiettivi e adesso solo il campo determinerà se la squadra è effettivamente all'altezza. Le prime due giornate di campionato avranno delle incognite per tutte e per noi anche qualcosina in più. Fin da domani contro l'Inter, però, cercheremo di essere all'altezza ".

Nelle ultime ore è arrivato in viola anche Simeone ... " L'ho trovato molto bene e molto carico - ha detto Pioli dell'attaccante - Così come tutti i giocatori nuovi che sono arrivati questa settimana. Sono convinto che abbiamo fatto un ottimo lavoro e che presto raccoglieremo i frutti ".

Sarà questo il primo campionato di A col VAR... " Avevo un po' di titubanze prima della riunione con Rosetti - ha detto Pioli - E' stato molto chiaro e le norme sono molto semplici. Mi è piaciuto anche Rizzoli che ha detto che gli interventi dovranno essere limitati. Può essere un sostegno importante perché gli errori gravi potrebbero scomparire, certo ci vorrà pazienza e più si velocizzerà la questione meglio sarà. Sono curioso e penso che potrà essere un buon aiuto ".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità