Il Chelsea incontra Lukaku: la comunicazione sul futuro e mercoledì c'è la sfida con Conte

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Chelsea
    Chelsea
    LiveOggiDomanivs--|
  • Romelu Lukaku
    Romelu Lukaku
    Calciatore belga
  • Thomas Tuchel
    Allenatore di calcio ed ex calciatore tedesco

Un incontro chiarificatore, un altro dopo quello preannunciato da Thomas Tuchel a poche ore dalla partita di campionatoo disputata ieri dal suo Chelsea contro il Liverpool e nel quale aveva preannunciato a Romelu Lukaku la sua esclusione dall'elenco dei convocati per motivi disciplinari. L'intervista esplosiva rilasciata senza autorizzazione a Sky, nella quale il belga evidenziava i problemi di adattamento ai metodi del tecnico tedesco e mandava messaggi d'amore all'Inter, non poteva restare senza conseguenze e oggi ha portato ad un nuovo summit per fare chiarezza sul futuro a stretto giro di posta di Lukaku.

LA POSIZIONE DEL CHELSEA - Il giocatore è tornato ad allenarsi regolarmente in gruppo, in compagnia dei calciatori non impiegati contro il Liverpool, e si candida per una maglia da titolare contro il Tottenham, nell'andata delle semifinali di Carabao Cup di mercoledì sera. Già il Tottenham, proprio la squadra allenata da quell'Antonio Conte a cui il belga è rimasto molto legato dopo l'esperienza all'Inter e che gli ultimi rumors di mercato individuavano come una delle possibili soluzioni da tenere in considerazione in ottica mercato. Se il tecnico salentino ha scelto in giornata parole prudenti sull'argomento, il Chelsea ha invece ribadito anche per bocca dei suoi dirigenti che Lukaku non si muove. A gennaio non esistono opzioni per il centravanti, pagato 115 milioni di euro soltanto 6 mesi fa, di cambiare maglia.

IL FUTURO - Una posizione netta e ferma, per ribadire da un lato la fiducia massima al calciatore, per il quale è stato fatto un investimento molto importante, ma anche per stoppare sul nascere l'insorgere di nuovi mal di pancia. Già nel post-gara contro il Liverpool, Tuchel aveva provato a spegnere l'incendio lasciando pensare che Lukaku sarebbe stato preso nuovamente in considerazione per i prossimi impegni; in linea con questa era avvenuto prima della diffusione della famigerata intervista, come dimostrano l'ingresso decisivo contro l'Aston Villa dall'inizio del secondo tempo ai 90 minuti, con altro gol annesso, collezionati il 29 dicembre scorso contro il Brighton. Avanti insieme dunque, almeno fino alla prossima estate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli