Il danno al legamento non turba Ibrahimovic: "Ritiro? Non è un'opzione". Sarà operato mercoledì

Il 30 giugno scadranno i contratti di diversi top player: si tratta di veri e proprio affari di mercato. Scopriamo insieme alcuni dei più importanti.

Zlatan Ibrahimovic non si arrende. Dopo il grave infortunio al legamento subìto nella gara di Europa League contro l'Anderlecht, l'attaccante del Manchester United ha pubblicato un post su Instagram per chiarire le sue intenzioni riguardo al futuro.

Secondo gli ultimi rumors sul tema, lo United non offrirà alcun rinnovo a Ibrahimovic, che a questo punto potrebbe caldeggiare l'ipotesi MLS (Los Angeles Galaxy). Sembra da escludere, nonostante la gravità del ko, l'eventualità del ritiro ed è il 35enne svedese in persona ad assicurarlo.

"Prima di tutto - esordisce il messaggio - grazie a tutti per il supporto e l'amore. Non ci sono novità, sono infortunato e sarò lontano dai campi per un po'. Supererò anche questa come tutte le altre e tornerò ancora più forte. Tante volte ho giocato con una gamba sola e quindi non dovrebbe esserci alcun problema. Una cosa è certa, decido io quando sarà arrivato il tempo di fermarsi e nient'altro. Abbandonare non è un'opzione. A presto".

Nella sua prima stagione allo United (che, a quanto pare, dovrebbe rimanere l'unica), Ibrahimovic ha siglato 28 reti in 46 presenze fra tutte le competizioni. Due i titoli vinti, il Community Shield e la Coppa di Lega inglese.

E il futuro? E' tutto da scrivere. Almeno a partire da dopo l'operazione, quando finalmente verrano svelati i tempi di recupero dello svedese. E' stato fissato per mercoledì l'intervento chirurgico a cui il bomber verrà sottoposto. Ad operarlo a Pittsburgh, negli Stati Uniti, sarà il professor Freddie Fu.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità