Il finale perfetto di Buffon: chi lo prende fa un affare, la Juve con lui è imbattuta

·2 minuto per la lettura

I tifosi sotto l'hotel che intonano cori soprattutto per lui. L'intervento decisivo su Duvan Zapata. L'esultanza vecchio stile sotto la curva dopo il gol di Federico Chiesa. La coppa sollevata al cielo con la fascia di capitano gentilmente concessa di Giorgio Chiellini. L'abbraccio con Andrea Agnelli. La squadra che lo porta in trionfo. L'intervista ebbro di gioia in cui invoca la follia di continuare in squadre folli come lui. La festa nello spogliatoio e il coro “rinnovatelo”, ma dedicato a Carlo Pinsoglio. Nell'ultima volta di Gigi Buffon c'è davvero un album bello pieno di immagini da conservare: “La finale perfetta. Il finale perfetto”. Sintesi perfetta, appunto, quella data dallo stesso Buffon su Instagram.

NON E' FINITO – Che poi Buffon è tutt'alto che finito. A essere finito è il ciclo leggendario alla Juve, durato vent'anni con la sola parentesi al Psg, fatto di trionfi e record, cadute e risalite. Ma lui, Super Gigi, nemmeno a 43 anni può definirsi finito. Anzi: in stagione 14 partite e nemmeno una sconfitta, per dire. E forse, la Juve avrebbe avuto bisogno di lui per più tempo quando il calo è diventata una caduta verticale, non per demeriti di Szczesny ma perché Buffon è Buffon e la Juve con Buffon in campo è sempre apparsa più settata e attenta.

E ORA... - Un finale così è quello che meritava e voleva. Per poi voltare pagina e cominciare a scrivere nuovi capitoli della sua storia. Nella notte ha fatto capire di aver già scelto, a breve comunicherà la sua decisione e potrebbe anche essere sorprendente. Alla sua porta hanno bussato da tutto il mondo, lui ha ascoltato tutti in tutte le lingue. Con la consapevolezza di poter davvero fornire un contributo importante, di poter essere davvero il numero 1 di sempre, sotto ogni punto di vista. E alla fine l'affare lo farà chi riuscirà a convincerlo, perché Buffon non è solo un portiere di sicuro affidamento, è un leader vero. Che forse quest'anno sarebbe servito anche di più in campo rispetto a quanto si è visto...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli