Il futuro? Spalletti non si sbilancia: "Con il secondo posto zero titoli"

Luciano Spalletti in conferenza stampa alla vigilia del quarto derby stagionale tra Roma e Lazio: "Loro hanno sostanza e sono poi imprevedibili".

La Roma si impone per 3-1 in rimonta sul Sassuolo e, in un colpo solo, si mette alle spalle l’eliminazione dall’Europa League patita per mano del Lione e, soprattutto, mette in cascina tre punti che le consentono di non abbandonare le speranze di poter vincere il campionato.

Luciano Spalletti , intervistato ai microfoni di Mediaset Premium , ha spiegato: “ Non era facile reagire dopo l’eliminazione dall’Europa League ma questa partita ha detto che siamo una squadra forte. Se non fosse arrivato il risultato saremmo tornati nell’anonimato, ma c’è stata una reazione da uomini e per la prima volta abbiamo battuto il Sassuolo all’Olimpico ”.

Pallotta in questi giorni è stato vicino alla compagine giallorossa: “ Noi sappiamo che la Roma è una squadra forte, dovevamo tirare fuori le nostre qualità e poi bisogna ottenere dei risultati importanti. Per me è sempre stato tutto chiaro, poi ci sono delle valutazioni fatte dalla società. Se oggi non avessimo vinto eravamo terzi, dobbiamo essere bravi nel fare il nostro lavoro e questo è stimolante ”.

La Roma è ancora seconda in classifica: “ Se si dovesse arrivare secondi non vorrebbe dire aver fallito, però vorrebbe dire non aver vinto nulla, ovvero zero titoli. La Roma è un giardino fiorito, a volte ci sono persone che lo vogliono rendere brutto l’ambiente che in realtà è bello ”.

Spalletti non si sbilancia sul suo futuro: “ Bisogna fare dei numeri importanti e la squadra adesso li sta facendo. Ci devono essere le carte in regola per tutti e la società dice che ci sono le carte in regola per vincere. All’esterno serve una valutazione corretta di quello che succede, o si parla di calcio o io non parlo più ”.

Infine, intervistato ai microfoni di Sky , ci sono considerazione in chiave derby di ritorno di Coppa Italia e sulla possibilità di essere sostituito da Eusebio Di Francesco: "L a percentuale è 70% fuori e 30% dentro. Se Di Francesco si è offerto? L’ho letto ma la mia non vuole essere una polemica".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità