Il Genoa evita alla squadra la contestazione: allenamento nel milanese

Il Genoa ha deciso di evitare che la squadra affronti la contestazione dei tifosi nel pomeriggio a Pegli e l'ha mandata ad allenarsi nel milanese.

La sconfitta nel derby con la Sampdoria nello scorso fine settimana, il quarto ko nelle ultime sei gare, ha fatto precipitare il clima già teso fra la tifoseria organizzata e il Genoa. Un comunicato emesso dalla 'Gradinata Nord' ha annunciato una contestazione ad oltranza che partirà questo pomeriggio dal centro sportivo di Pegli.

Per questo la società ha deciso di non far allenare lì la squadra nel pomeriggio. Come riferisce l'Ansa, i rossoblù a bordo del pullman ufficiale del club hanno lasciato il centro sportivo intorno alle dieci di questa mattina per recarsi in una località, tenuta segreta, dell'hinterland milanese dove svolgeranno la seduta d'allenamento pomeridiano.

Il Genoa, attualmente al 16° posto in classifica, vuole invertire la rotta, dopo quattro sconfitte incassate nelle ultime sei gare, e per questo ha inteso risparmiare a tecnico e calciatori le tensioni della pesante contestazione annunciata dai tifosi e preparare con maggiore serenità la partita col Milan, in programma sabato a San Siro.

Una presa di posizione dei tifosi ("Tutti uniti diremo basta a questa società e a questa squadra e soprattutto che la nostra pazienza è finita", recitava il comunicato della 'Gradinata Nord') che il patron del Genoa Enrico Preziosi non riesce a spiegarsi... "Io questa contestazione non la capisco, contestino solo me - ha affermato ieri il presidente ai microfoni di 'Telenord' - Sono pronto a farmi da parte, ho capito che il mio ciclo è finito e forse è anche giusto che io venda e mi ritiri, prima però dobbiamo ottenere la salvezza matematica. Chiedo alla tifoseria di lasciare in pace la squadra".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità