Il grande progetto del Milan per il futuro

·2 minuto per la lettura

Una gita in Laguna che ha avuto un inizio sorprendente, con il gol lampo di Zlatan Ibrahimovic su una bella invenzione di Rafael Leao, e un finale da film romantico. Dove l’attore principale, Hernandez, dichiara amore al Milan. Il terzino francese è entrato nella storia del club perché è il primo difensore ad aver segnato almeno 3 doppiette in rossonero (dati Opta). E vuole scrivere altri capitoli in futuro. Theo ha confermato quanto vi raccontiamo dallo scorso mese di ottobre: la trattativa per il rinnovo del contratto è ormai alle battute finali. Il nuovo accordo avrà scadenza 2026 con un adeguamento sostanzioso dell’ingaggio ( dal 1,5 a circa 5 milioni).

GRANDE PROGETTO - Il principale punto di forza del Milan è il progetto. Condiviso da proprietà, dirigenza e area tecnica. Dal quel 5-0 di Bergamo contro l’Atalanta ad oggi, un lungo percorso che ha visto il club crescere sotto tutti i punti di vista. Step dopo step. L’obiettivo minimo era quello di riportare il Diavolo stabilmente tra le prime 4 della classifica e, di conseguenza, in Champions League. Ora si può alzare la testa e puntare al massimo, ovvero la vittoria del campionato. Già entro la fine del mese sono attesi gli annunci dei rinnovi di Theo Hernandez e Bennacer, poi toccherà a Rafael Leao. Il Milan prenderà almeno due difensori di grande livello (uno a gennaio e l’altro la prossima estate), proverà a rinforzare la batteria dei centrocampisti in questa sessione di mercato in attesa del gioiello Adli e del ritorno alla base di un Pobega più maturo e consapevole. Poi in primavera si entrerà nella fase operativa del rinnovo per un’altra stagione di Ibrahimovic e la ricerca sul mercato di un nuovo attaccante di prospettiva. Idee chiare per un futuro sempre più ambizioso a tinte rossonere.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli