Il Malawi a Mike Tyson: "Diventa nostro ambasciatore della cannabis"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
DeFelice-USA TODAY Sports
Douglas DeFelice-USA TODAY Sports

"Vuoi fare l’ambasciatore per la nostra cannabis?". È l'insolita richiesta che il governo del Malawi ha fatto a Mike Tyson, l'ex pugile che ha recentemente lanciato una nuova azienda per la commercializzazione di prodotti a base di cannabis legale negli Stati Uniti e che già qualche giorno fa ha fatto parlare di sé per le curiose dichiarazioni sull'uso del veleno di rospo per sballarsi.

"Il Malawi non può farcela da solo in questo settore complesso e ha bisogno di un partner. Vorrei nominarti, Mr. Mike Tyson, Ambasciatore del Settore Cannabis in Malawi" ha scritto il ministro in una lettera all’ex campione del mondo dei pesi massimi datata 1 novembre. 

VIDEO - Mike Tyson torna sul ring

Il Malawi è noto per essere uno dei più grandi produttori di cannabis al mondo. Dopo essere stata coltivata illegalmente per anni, dall'inizio del 2020 viene prodotta legalmente per l'uso medicinale.

Per il momento, comunque, non si sa ancora se Tyson accetterà di diventare ambasciatore del Paese africano. 

VIDEO - Mike Tyson, fisico impressionante a 53 anni: 'Il suo destro può uccidere qualcuno'

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli