Il maltempo flagella l'Italia, è allerta in 11 regioni

Venezia (AP Photo/Luca Bruno)
Venezia (AP Photo/Luca Bruno)

L'ondata di maltempo arrivata dall'Atlantico continua flagellare gran parte dell'Italia ed è allerta per rischio idrogeologico in ben 11 regioni. In queste ore i problemi maggiori si registrano in Alto Adige, dove 11mila famiglie sono senza corrente elettrica, una quarantina le strade chiuse, danni a pesca ed agricoltura. E le condizioni meteo, avverte la Protezione civile, non cambieranno domenica, con la bassa pressione che coinvolgerà anche il Sud del Paese.

VIDEO - Venezia. Salvini: "Un miliardo per questa gente"

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Le previsioni per domenica

Nuova allerta meteo della Protezione civile con temporali, nevicate e mareggiate che continueranno nel Nordest, mentre nella mattinata gli effetti della perturbazione si faranno sentire anche al Sud: prima sulla Campania, poi su Calabria, Basilicata e Puglia. Valutata allerta rossa sul bacino dell'Alto Piave in Veneto, sul bacino del Livenza in Friuli Venezia Giulia e sulla pianura emiliana orientale e costa Ferrarese in Emilia Romagna. Allerta arancione sulle restanti zone del Friuli Venezia Giulia, sulla Provincia autonoma di Bolzano, su alcuni settori del Veneto, su gran parte di Emilia-Romagna e Toscana, sull'Umbria e sul litorale del Lazio. Allerta gialla su gran parte del Paese.

La situazione attuale

TRENTINO ALTO ADIGE - I danni del maltempo in Alto Adige si sono fatti sentire soprattutto nella zona di Brunico e della val Pusteria. La caduta di alberi carichi di neve ha causato grossi problemi alla viabilità. Intanto Tim informa di "situazioni di criticità" sia alla rete fissa che a quella mobile dovute alla mancanza di alimentazione, in particolare in Val Pusteria, Valle Aurina e Val Badia. Sulle montagne sopra i duemila metri sono caduti tra 120 e 150 centimetri di neve con un elevato pericolo di valanghe (grado 4 di 5) in ampie zone della provincia.

VENETO - Non soffre solo Venezia. "Ricordiamoci che c'è tutta una regione che è martoriata, è in ginocchio", l'appello del governatore Luca Zaia. Il riferimento, ha aggiunto, "è alle località del litorale veneziano, al Polesine, al Trevigiano. Pensate a Chioggia, Caorle e Jesolo. Ma anche alla montagna dove ci sono problemi di viabilità e di isolamento di alcuni centri".

VIDEO - Venezia in ginocchio, allerta rossa

FRIULI VENEZIA GIULIA - Un nuovo picco di marea ha causato disagi al Villaggio dei pescatori, a Trieste e Grado. E' allerta soprattutto nel pordenonese per le intense precipitazioni.

LIGURIA - Problemi anche nelle regioni Nord-occidentali. Centocinquanta famiglie sono isolate a via Bandette, a Ventimiglia (Imperia), per la chiusura della strada a causa del rischio crollo della parete rocciosa.

PIEMONTE - In provincia di Cuneo sono ancora 4 mila le utenze senza energia elettrica, dopo che ne sono state rialimentate 24mila.

LAZIO - Il Centro-sud non è stato risparmiato dalla perturbazione. A Roma si contano un centinaio di interventi dei vigili del fuoco per alberi e rami caduti, tegole pericolanti e infiltrazioni d'acqua.

CAMPANIA - Disagi e allagamenti anche a Napoli, specie nel Rione Sanità, per le cattive condizioni del sistema di raccolta delle acque. Nel Casertano, un cacciatore di 74 anni si è salvato dalle acque del fiume Volturno, straripate per le abbondanti piogge, rifugiandosi con il suo cane sull'unico lembo di terra rimasto asciutto.

Potrebbe interessarti anche...