Il Milan accelera sul mercato già a giugno: decisione di Elliott e il budget per il mercato

·1 minuto per la lettura

Il ritorno in Champions League dopo 7 anni ha certificato la volontà della dirigenza di far tornare davvero grande il Milan. E la strada intrapresa è quella giusta, a cominciare dalla scelta di affidare la panchina ad uno Stefano Pioli che, nonostante i tanti momenti difficili arrivati con il 2021, è riuscito sempre a tenere la barra dritta. A scegliere il tecnico, però, sono stati Paolo Maldini e Frederic Massara, che hanno indovinato praticamente tutte le scelte di mercato.

Stefano Pioli e Hakan Calhanoglu | Marco Luzzani/Getty Images
Stefano Pioli e Hakan Calhanoglu | Marco Luzzani/Getty Images

Lo ha sottolineato l'edizione odierna di Tuttosport, spiegando come siano stati proprio i dirigenti rossoneri a convincere l'AD Ivan Gazidis a proseguire con l'allenatore emiliano piuttosto che con Ralf Rangnick, designato come nuovo plenipotenziario (in campo) a Milanello. E la qualificazione in Champions League, che non è stata espressamente dalla proprietà ma è stata comunque raggiunta alla grande, ha spinto il fondo Elliott ad aprire pesantemente il portafogli con 70 milioni da investire sul mercato e rinforzare la rosa rossonera già a giugno.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

In attesa dei prossimi colpi il Milan ha già sborsato 15 milioni di euro per prelevare il portiere del Lille Mike Maignan, a cui se ne aggiungeranno altri 28 per il riscatto a titolo definitivo di Fikayo Tomori dal Chelsea, oltre ai 25 (15 + 10 di bonus) da versare al Brescia per Sandro Tonali - ma si proverà ad ottenere uno sconto -. E se il buongiorno (economico) si vede dal mattino...per i tifosi rossoneri quelle future saranno davvero belle giornate.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli