Il Milan crede nella Champions League. Ma i precedenti fanno tremare i rossoneri

·2 minuto per la lettura

Il Milan si gioca tutto nei prossimi novanta minuti, gli ultimi di una stagione entusiasmante che potrebbe però rivelarsi amara. Una vittoria contro l'Atalanta permetterebbe alla squadra di Stefano Pioli di agganciare il secondo posto e legittimare la qualificazione alla prossima Champions League, obiettivo dichiarato dalla dirigenza a inizio anno. In caso di pareggio o sconfitta, invece, i rossoneri dovranno sperare in una combinazione di risultati favorevole che coinvolge anche Juventus e Napoli. Ripercorrendo la storia del club, tuttavia, non è la prima volta che il Milan si ritrova a fare i conti con un finale thrilling.

Stefano Pioli | Soccrates Images/Getty Images
Stefano Pioli | Soccrates Images/Getty Images

A partire dal 20 maggio 1973, quando il Milan perse 5-3 contro il Verona e consegnò lo Scudetto alla Juve. Il 16 maggio 1982, fu il Napoli (2-2 con il Genoa) a condannare i rossoneri alla retrocessione, nonostante il 3-2 contro il Cesena. Positivi i precedenti successivi: il 23 maggio 1999 il Milan vinse contro il Perugia e si aggiudicò lo Scudetto, mentre il 5 maggio 2002 grazie al 3-0 sul Lecce si assicurò il pass per la Champions League. Brutti ricordi risalgono al 18 maggio 2008: i rossoneri di Carlo Ancelotti non si qualificarono per la Champions (malgrado il 4-1 sull'Udinese) per via della vittoria della Fiorentina contro il Torino. Un anno dopo la rivincita, perché il 31 maggio 2009 nel giorno di addio al calcio di Paolo Maldini il Milan sconfisse i viola per 2-0 al Franchi e si posizionarono al terzo posto in classifica.

Spal-Milan | Tullio M. Puglia/Getty Images
Spal-Milan | Tullio M. Puglia/Getty Images

Nell'ultimo decennio, solo sorrisi nei finali di stagione: il 15 maggio 2010 il Milan superò la Juventus ed evitò i preliminari di Champions, quelli che costarono cari alla Sampdoria di Domenico Di Carlo. Lo stesso avvenne il 19 maggio 2013 grazie al gol di Philippe Mexes contro il Siena, ma questa volta a discapito della Fiorentina. Infine, come riportato da Tuttosport, il triste epilogo del campionato 2018/19: Franck Kessié regalò il 3-2 finale al Milan sulla Spal, ma ad andare nell'Europa che conta furono i cugini interisti, vittoriosi per 2-1 con l'Empoli.

Segui 90min su Instagram.