Il Milan lavora al rinnovo di Bennacer, dall'Inghilterra: United sulle sue tracce. Le ultime tra clausola e nuovo incontro

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Sono ormai diversi mesi che il Milan sta cercando di chiudere l'accordo per il rinnovo di Ismael Bennacer, centrocampista algerino risultato di notevole importanza nell'economia dello scudetto conquistato dai rossoneri. Il contratto attuale scade nel 2024, al momento non ci sono segnali di accelerazione ma le trattative vanno avanti. Attenzione, però, ai possibili inserimenti di altre squadre, un po' come quello che è accaduto con il PSG su Renato Sanches.

VECCHIA FIAMMA - Già due anni fa l'ex manager del Manchester United Ole Gunnar Solskjaer aveva mostrato il suo interesse verso il centrocampista ex Empoli, ma non ci fu nulla di concreto. Poi, la scorsa estate, Bennacer è rimasto al Milan convinto dal progetto che si è poi rivelato vincente, ma che lo ha visto in panchina nelle ultime uscite. Per questo, il Sun scrive che adesso lo United di Erik ten Hag, in cerca di palleggiatori, potrebbe rientrare in una corsia già scavata nel tempo.

COSA SAPPIAMO - Il preferito di ten Hag, in ogni caso, è Frenkie de Jong, suo connazionale, che ritroverebbe anche Van de Beek per una grande rimpatriata in salsa Ajax. Sappiamo inoltre che la clausola rescissoria di Bennacer ammonta a 50 milioni di euro (43 milioni di sterline), e che a fine mese è in programma un nuovo incontro con l'agente del calciatore per valutare le rispettive posizioni dopo il passaggio di proprietà, che aveva congelato tutto fin dalla primavera. La bozza di intesa trovata tra marzo e aprile parla di un quadriennale al 2026 da 3 milioni più bonus a stagione, ma ora la partita entra nella sua seconda fase.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli