Il Milan non ha preso bene la sconfitta dell'Atalanta in Coppa Italia

·1 minuto per la lettura

A Natale nessuno avrebbe pronosticato che il Milan si sarebbe giocato la qualificazione in Champions League all'ultima giornata, eppure eccoci qua. Un girone di ritorno sottotono ha fatto sì che i rossoneri scivolassero lentamente dal secondo posto che si erano meritatamente guadagnati e ha rimesso in gioco persino il loro posizionamento tra le prime quattro.

Inutile piangere sul latte versato. Gli uomini di Pioli dovranno raccogliere le ultime energie e cercare di vincere l'ultima partita, per poter centrare l'obiettivo stagionale. L'avversario però non è dei più simpatici, si tratta dell'Atalanta di Gasperini, ancora irritata per la sconfitta (con non poche polemiche) in finale di Coppa Italia contro la Juventus.

A quanto pare, i giocatori e la dirigenza del Milan hanno seguito con attenzione la finale, sperando nella vittoria proprio della Dea. Come ha rivelato il giornalista SKY Beppe Di Stefano, i rossoneri speravano di trovarsi di fronte un'Atalanta con la coppa in bacheca e lo stomaco pieno. Se i bergamaschi avessero avuto la meglio sui bianconeri, gli uomini di Gasperini avrebbero dato relativamente poco peso alla sfida di domenica e molti giocatori si sarebbero già concentrati sull'Europeo.

Invece è andata diversamente. L'Atalanta è già di per sé molto ostica da affrontare, se poi aggiungiamo che giocherà per difendere il secondo posto in classifica, per il Milan la sfida diventa decisamente impegnativa.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli