Il Milan raggiunge l'intesa con il Brescia per Tonali: ora serve una riduzione dell'ingaggio

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il Milan e il Brescia hanno individuato i punti d’incontro per la permanenza in rossonero di Sandro Tonali. Lo assicura tra le sue pagine La Gazzetta dello Sport, spiegando che ora serve anche una mossa del ragazzo verso il Diavolo.

Sandro Tonali | Marco Canoniero/Getty Images
Sandro Tonali | Marco Canoniero/Getty Images

Per coerenza, infatti, la dirigenza milanista e i collaboratori di Ivan Gazidis hanno messo in preventivo che, così come il Brescia ha rinunciato di fatto a 10 milioni di euro, altrettanto (in proporzione) sia disposto a fare anche il centrocampista. Al momento però c’è stato ancora un incontro con il suo agente, l’avvocato Beppe Bozzo, "ma è probabile che la questione venga affrontata al più presto, già all’inizio della prossima settimana" scrive la rosea, in modo che Tonali si metta in discussione abbassandosi l'ingaggio.

Tecnicamente ora il giocatore è legato al Brescia per altre due stagioni con uno stipendio di appena 130 mila euro e ovviamente meno redditizio di quello (seppur ridotto) che il Milan vuole accetti. "Se l’accordo non fosse confezionato rapidamente il ventunenne nazionale Under 21 rischierebbe di non essere presente al raduno rossonero di giovedì prossimo"a aggiunge il quotidiano, che poi specifica come ci sia comunque ottimismo.

Segui 90min su Facebook.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli