Il Milan spera nella riduzione per la squalifica di Rebic: lunedì la risposta

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Con il (lento) recupero di Rafael Leao e quello già archiviato con il ritorno in campo - e al gol - di Zlatan Ibrahimovic, per il Milan e Stefano Pioli resta ancora da risolvere la questione Ante Rebic. Non a livello fisico, visto che il croato sembra aver recuperato dagli ultimi acciacchi, ma a livello giuridico, dopo le due giornate di squalifica inflitte dal Giudice sportivo dopo la gara persa con il Napoli dello scorso 14 marzo.

Pioli e Rebic | Alessandro Sabattini/Getty Images
Pioli e Rebic | Alessandro Sabattini/Getty Images

In quella gara al "Meazza" Rebic rimediò un cartellino rosso dall'arbitro Pasqua dopo gli insulti ricevuti, per cui poi il club rossonero ha deciso di presentare ricorso per dimezzare almeno la squalifica. In questo senso il Milan dovrà aspettare fino a lunedì 29 marzo, quando arriverà il responso: Pioli e il club sperano che lo stop venga ridotto di una giornata per avere Ante Rebic a disposizione già alla ripresa del campionato, il 3 aprile, contro la Sampdoria a San Siro, visto che l'attaccante croato ha già saltato la gara di Firenze (vinta) che il Milan ha giocato domenica scorsa.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.