Il Mondiale dei Palloni d'oro: ben quattro

Tra i protagonisti del Mondiale ce ne sono quattro che hanno qualcosa in più. Sono quelli che, nella bacheca di casa, hanno posizionato un Pallone d’oro. Se non più di uno, come nel caso di Leo Messi e Cristiano Ronaldo, due che per un lunghissimo periodo di tempo hanno fatto la parte del leone, lasciando le briciole alla concorrenza. Gli altri due che sono stati i migliori di tutti, almeno per un anno, sono il croato Luka Modric e il francese Karim Benzema, fresco di elezione. Tre dei quattro hanno dato il loro meglio con il Real Madrid. L’altro, naturalmente, è la ‘Pulce’.

Lionel Messi: 7 Palloni d’oro

La sua classe cristallina lo ha portato a vincere tutto quello che c’era da vincere con il Barcellona. E a spingere i culé sempre più in alto. Meno felice la sua esperienza con la Seleccion argentina. Vuoi perché non è arrivato il titolo iridato (sfiorato in Brasile, con la finale persa contro la Germania), vuoi perché, volente o nolente, ha sempre dovuto subito la comparazione con Diego Armando Maradona. Che tra l’altro, un campionato del mondo, lo ha vinto, nel 1986, da autentico trascinatore di una squadra che, a parte qualche altro ottimo giocatore (uno fra tutti Jorge Valdano) era formata da elementi di caratura non eccelsa.

Cristiano Ronaldo: 5 Palloni d’oro

Sarebbe ipocrita non ammettere che la sua carriera è in fase discendente e il primo ad accorgersene, molto probabilmente, è proprio l’asso portoghese. Che dopo avere fatto il bello e il cattivo tempo con il Real Madrid, ed avere dato il suo contributo alla conquista di uno storico campionato europeo da parte della nazionale lusitana, ha per tre anni vestito i colori della Juventus, senza però riuscire a portare i bianconeri a vincere la Champions League. Il suo ritorno al Manchester United non ha dato i frutti sperati e in Qatar cercherà di dimostrare al mondo intero che ha ancora qualcosa da dare, anche a quasi 38 anni d’età.

Luka Modric: 1 Pallone d’oro

Considerato il calciatore croato più forte della storia è stato anche sovente accostato a Johan Cruyff, l’asso olandese che vinse il Pallone d’oro per ben tre volte, nel 1971, nel 1973 e nel 1974. Paragone davvero ingombrante per chiunque, ma che non ha mai condizionato lo slavo.  Dall’agosto 2012 gioca nel Real Madrid, che l’ha acquistato dal Tottenham per circa 35 milioni di euro. Con i Galacticos ha vinto per cinque volte la Champions League (2013-14, 2015-16, 2016-17, 2017-18, 2021-22), quattro volte il Mondiale per club (2014, 2016, 2017, 2018) e quattro volte la Supercoppa europea (2014, 2016, 2017, 2022). E poi ci sono i trofei alzati in Spagna…

Karim Benzema: 1 Pallone d’oro

Decisivo nella conquista dell’ultima Champions League da parte del Real Madrid in passato aveva visto i compagni di squadra Cristiano Ronaldo e Luka Modric venire premiati con il Pallone d’oro. Nel 2022 è toccato a lui e non si può dire che non l’abbia meritato. Dal 2015 al 2021 è stato allontanato dalla nazionale francese per una vicenda molto delicata e poco chiara. L’estromissione gli ha impedito tra l’altro di partecipare al Mondiale del 2018, chiusosi come tutti ricordiamo con il trionfo della formazione transalpina. Un motivo in più, per Benzema, per mostrare tutto il suo valore nella rassegna iridata che si gioca in Qatar.