Il Mondiale di F1 riparte: è virtuale e con piloti ufficiali!

Giacomo Rauli
motorsport.com

Il concetto di "The show must go on" mirabilmente impresso su bobine di registrazione dai Queen nel 1990 ai Metropolis Studios di Londra e al Mountain Studios di Montreux è stato ripreso nelle ultime ore anche dalla Formula 1, che già nel fine settimana del Gran Premio d'Australia aveva fatto di tutto per fare in modo di disputare la prima gara del Mondiale 2020, nonostante una pandemia da coronavirus conclamata in tante parti del mondo.

Ora, con tutti i protagonisti del Circus iridato relegati in casa per cercare di arginare il virus che ha già fatto migliaia di vittime in tutto il mondo, la Formula 1 ha deciso di andare avanti, anche se in manierea virtuale. E' notizia di oggi il lancio delle F1 Esports Virtual Grand Prix Series, a cui prenderanno parte anche alcuni piloti di Formula 1.

La serie è stata creata per permettere ai fan di continuare a guardare le gare di F1, anche se quelle virtuali. Un modo per aggirare la pandemia da coronavirus che ha costretto a cancellare alcuni eventi e a posticiparne altri legati non solo alla classe regina del motorsport a 4 ruote, ma anche a tutte le altre serie.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

La serie scatterà questo fine settimana con Il Virtual Bahrain Grand Prix, che si terrà domenica 22 marzo. Ogni gara reale successiva a Sakhir che verrà posticipata sarà rimpiazzata con un Grand Prix virtuale, dunque sino alla fine di maggio avremo queste iniziative.

La prima gara della serie vedrà coinvolti piloti di F1, che saranno affiancati da alcune star che, almeno per il momento, devono ancora essere annunciate. Ogni pilota correrà utilizzando la propria piattaforma ludica da casa, così da non contravvenire alle regole imposte in questi giorni.

La serie utilizzerà il gioco ufficiale F1 2019 per PC, sviluppato dalla Codemasters e la prima gara sarà lunga 28 giri, coprendo così il 50% della distanza di un Gran Premio reale. La corsa sarà disponibile sul canale ufficiale di YouTube della F1, ma anche sui canali di Twitch e Facebook. La corsa dovrebbe durare all'incirca 1 ora e 30. La griglia sarà determinata dal giro più veloce di ogni singolo pilota fatto nelle Qualifiche.

Le gare includeranno performce equalizzate tra loro con assetti prefissati, ma anche con danni ridotti ai veicoli in caso di collisioni. Inseriti anche anti-lock brakes e traction control per coloro che hanno meno dimestichezza con il videogioco.

Chiaramente questi GP virtuali non garantiranno punti per il titolo iridato vero e proprio di Formula 1, perché queste gare avranno il solo scopo di intrattenere i fan e far divertire i partecipanti.

Potrebbe interessarti anche...